Libri scolastici, +5%. Carrozza: “Faremo monitoraggio”. Libri digitali, un “pasticcio” che sarà “scoppola per le famiglie”

di
ipsef

red – Riparte il nuovo anno scolastico, riprendono le polemiche sui libri di testo. A lanciare l’allarme è il Codacons che  denuncia un aumento del costo dei libri di testo di un +5% e del corredo di un +3,5%.

red – Riparte il nuovo anno scolastico, riprendono le polemiche sui libri di testo. A lanciare l’allarme è il Codacons che  denuncia un aumento del costo dei libri di testo di un +5% e del corredo di un +3,5%.

Fermo restando che la spesa relativa al corredo dipende da scelte familiari, preoccupazione è stata espressa ed è condivisibile, relativamente alle spese per i libri che, secondo il Codacons, è aumentata di oltre 3 volte quanto previsto dai tetti del Ministero dell’Istruzione

Ed è quest’ultimo ad essere nel mirino dell’associazione dei consumatori, accusato di aver salvaguardato "i diritti patrimoniali dell’autore e dell’editore invece degli stipendi dei dipendenti statali che non sono più indicizzati da oltre 3 anni", incrementando "i prezzi di copertina in misura pari al tasso di inflazione programmata, ossia dell’1,5%".

"Hanno pensato bene, – continua l’associazione – con la legge 221/2012, di eliminare l’unica cosa positiva di questi ultimi anni, ossia l’articolo 5 del decreto-legge n. 137/2008 convertito dalla Legge n. 169/2008, che obbligava le scuole ad adottare solo libri per i quali gli editori si erano impegnati a mantenere invariato il contenuto per un quinquennio"

Altra bordata viene rivolta alla questione digitale. Secondo il Codacons, infatti, l’aver tolto l’obbligo del digitale (o del formato misto) ormai in vigore e reintroducendolo per l’anno scolastico 2014/2015", si è creato un "vero pasticcio, che rischia di determinare stangate multiple invece di una sola, ormai superata. Un regalo alla lobby degli editori che rischia di causare per l’anno scolastico 2014/2015 una vera e propria scoppola per le famiglie".

Ieri, il Ministro, sollecitato sull’argomento nella sua pagina Twitter, ha risposto: "Stamani parliamo di caro libri, anche se sono considerati accessori e astucci nell’effetto del caro prezzi, faremo un monitoraggio".

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione