Libri di testo nella scuola primaria consegnati in ritardo. L’allarme dell’associazione librai italiani

Stampa

”Sei librerie e cartolibrerie su dieci segnalano forti ritardi sulle consegne dei libri della scuola primaria. Si tratta di testi che, una volta scelti dagli insegnanti con l’adozione, vengono stampati e distribuiti alle scuole italiane direttamente dagli editori. Sono gratuiti a carico dei Comuni. Non c’è usato. Non si capisce quindi la ragione del clamoroso ritardo”.

Così Paolo Ambrosini, presidente dell’Associazione librai italiani (Ali) denuncia i ritardi nella consegna dei libri di testo alle scuole primarie.

“Tutto questo – prosegue Ambrosini – conferma che occorre intervenire per rivedere un meccanismo che porta benefici solo agli editori dato che, l’industria editoriale anche nell’anno della pandemia ha chiuso con utili che si aggirano sul 16%. Forse i tempi sono maturi per far sì che l’adozione diventi realmente patrimonio per la scuola e per l’intera filiera del libro”, conclude.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur