Libri di testo, in arrivo ordinanza sull’adozione: possibile deroga al dirigente senza delibera collegiale

di redazione

item-thumbnail

L’Amministrazione ha incontrato nella mattina del 14 maggio 2020 le organizzazioni sindacali del settore scuola e dei dirigenti scolastici ed hanno comunicato, che sarà presto emanata un’ordinanza sui libri di testo adottati per il corrente anno scolastico, in deroga a quanto previsto agli articoli 151, comma 1, e 188, comma 1, del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297.

Ne dà notizia la FLC CGIL.

L’ordinanza dovrebbe prevedere il mantenimento dei libri di testo, evitando così tutte le attività ordinariamente connesse alla procedura di adozione dei libri di testo, come le visite dei rappresentanti presso gli edifici scolastici, le riunioni dei docenti che prendono visione dei volumi, la convocazione dei Collegi dei docenti per le necessarie deliberazioni.

L’ordinanza potrà prevedere entro l’8 giugno anche la conferma di tutti i testi attualmente in adozione mediante un atto unilaterale di natura dichiarativa da parte del dirigente scolastico.

Possibile anche le nuovi adozioni, deliberate dal Collegio dei Docenti, per casi particolari quali le prime classi del secondo triennio degli istituti professionali che sono stati interessati dalla recente riforma o le classi di indirizzi di nuova istituzione o per la sostituzione dei testi che sono usciti fuori catalogo.

Le adozioni devono essere comunicate entro il 22 giugno 2020 tramite l’utilizzo del sito www.adozioniaie.it.

Il collegio dei docenti può deliberare i libri di testo ovvero strumenti alternativi come materiale didattico digitale, rispettando il limite di  spesa previsto.

I dirigenti scolastici dovranno richiedere ai centri di produzione specializzati la trascrizione e la stampa in braille dei testi scolastici necessari per gli alunni non vedenti o ipovedenti.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione