Lezioni di sesso uniformate in tutte le scuole d’ Europa

Lezioni di sesso a scuola in tutti i Paesi europei.

A chiedere di uniformare i programmi scolastici del Vecchio continente per offrire a tutti i giovanissimi informazioni corrette, sfatando i molti falsi miti e chiarendo i dubbi che ancora circondano questa materia, sono i ginecologi della Sigo (Società italiana di ginecologia e ostetricia), dal 13esimo congresso della European Society of Contraception and Reproductive Health di Lisbona.

Lezioni di sesso a scuola in tutti i Paesi europei.

A chiedere di uniformare i programmi scolastici del Vecchio continente per offrire a tutti i giovanissimi informazioni corrette, sfatando i molti falsi miti e chiarendo i dubbi che ancora circondano questa materia, sono i ginecologi della Sigo (Società italiana di ginecologia e ostetricia), dal 13esimo congresso della European Society of Contraception and Reproductive Health di Lisbona.

"E’ auspicabile che il nuovo Parlamento europeo si impegni per introdurre l’educazione sessuale come materia di studio per tutti i ragazzi dei 28 Paesi membri", sottolineano i ginecologi Sigo.

L’Europa, infatti, è ancora divisa da questo punto di vista. E questa, secondo gli esperti, è una delle ragioni per cui nel Vecchio continente esistono fortissime differenze nel ricorso all’interruzione di gravidanza: si va da 12 aborti su 1.000 donne nell’area occidentale a 43 su 1.000 in quella dell’Est.

In Italia l’educazione sessuale non è materia obbligatoria, e ogni istituto può decidere se tenere o no lezioni specifiche. Così trionfano passaparola e ‘dottor Google’, "dove è possibile trovare informazioni errate e pericolose", ammonisce Paolo Scollo, presidente Sigo.

Anche per questo motivo "stiamo perfezionando un progetto che presenteremo al ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, per l’educazione a una sessualità consapevole dei ragazzi e per la fomrazione degli stessi insegnanti fin dalle scuole medie. Un progetto – spiega – in cui sarebbe auspicabile anche il coinvolgimento del ministero della Salute e che speriamo possa partire nel prossimo anno scolastico".

 

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia