A scuola d’estate? Pacifico (Anief): non stiamo giocando, allora si interrompano le lezioni. Rientro solo con aumento organici

Stampa

“Non esiste. Sarebbe rinnegare il lavoro fatto a distanza. O si interrompono le lezioni in presenza o a distanza oppure ogni altra soluzione renderebbe vano il grande lavoro portato avanti da migliaia di insegnanti”.

Lo afferma a Orizzonte Scuola Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, commentando la possibilità di un allungamento del calendario scolastico, annunciata ieri dalla ministra Lucia Azzolina.

Non stiamo giocando – aggiunge – ma stiamo cercando di garantire il diritto allo studio pur nei limiti di lezioni non in presenza“.

Il rientro in classe il 7 gennaio secondo Pacifico si può realizzare “soltanto se aumentano classi e plessi e incrementano organici per aprire in sicurezza” e “se tra trasporti e presidi si crei raccordo per orari apertura scuole e decongestione con i lavoratori“.

Riapertura scuole: turni pomeridiani, test rapidi e lezioni in estate. Azzolina al lavoro per il 7 gennaio

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur