Lezioni fino a giugno, Rusconi (ANP) è scettico: “Docenti sono impegnati con gli esami”

WhatsApp
Telegram

Mario Rusconi propone una riflessione in merito alla proposta del premier Draghi di allungare il calendario scolastico fino a giugno. E sulle assunzioni, ritiene fondamentale intervenire in modo serio per risolvere i problemi degli ultimi 20 anni.

Prolungamento dell’anno scolastico? Può essere fatto, ma è un’operazione complessa. Va infatti tenuto presente che a metà giugno ci sono gli esami di terza media e di maturità. Se gli insegnanti sono impegnanti con gli esami, certo non possono continuare a fare lezione normalmente“. 

Così Mario Rusconi, presidente dell’Associazione Presidi Lazio, commenta all’Adnkronos l’ipotesi di un prolungamento dell’anno scolastico fino a fine giugno tra le indicazioni poste dal premier incaricato Mario Draghi sulla scuola. 

Si tratta di vedere come sarà articolata la proposta, per ora sono solo anticipazioni“, aggiunge. “Certo è che il problema esiste: i nostri ragazzi con il lockdown hanno già perso una parte dell’anno precedente, ora rischiano di perderne un altro. Sono tornati in classe al 50% da pochi giorni, in alcuni regioni ancora devono tornare”.

E’ necessario – sottolinea Rusconi – trovare delle situazioni di ristoro così come è stato fatto per il mondo delle imprese. Il che vuol dire tirare fuori soldi per pagare gli insegnanti che vogliono fare corsi di recupero pomeridiani attraverso la didattica digitale. Nessun obbligo ma se vi fossero dei fondi, qualcuno potrebbe accettare“.

Sulle assunzioni dei docenti, “ora nello specifico non sappiamo quel che il Governo potrà proporre, ma va trovato un correttivo a una situazione che dura da almeno 15-20 anni. Un sistema che preveda che le cattedre vengano coperte normalmente tra dicembre e gennaio”.

Per esempio ora, che siamo a febbraio – osserva Rusconi -, ci sono ancora docenti che devono essere nominati, una condizione insostenibile che dura da decenni. L’auspicio è di trovare appunto un meccanismo per superare l’impasse burocratica che rende poco efficace l’azione della scuola“.

 

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito