Lezione frontale? Il problema della scuola odierna. Va superata

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Il problema della scuola italiana nasce da un equivoco, profondamente radicato e pervasivo, che ha un nome preciso: lezione frontale”.

Sono queste, come leggiamo sul “Fatto Quotidiano” le parole del pedagogista Daniele Novara, in vista del convegno nazionale ” La lezione non serve – La scuola come comunità di apprendimento“, che si svolgerà sabato 14 aprile 2018 a Milano, presso il Teatro Carcano.

Il tema del Convegno sarà dunque l’apprendimento e la tesi sostenuta da Novara è quella secondo cui la lezione frontale ha fatto ormai il suo tempo e va superata, al fine di facilitare i percorsi d’apprendimento dei nostri studenti.

La lezione frontale può e deve essere sostituita, dando ad esempio spazio ad un apprendimento maggiormente autonomo e alla motricità, ripensando conseguentemente il ruolo del docente.

Tra le modalità, che potrebbero sostituire la classica lezione, vengono riportati a titolo esemplificativo: la scuola senza zaino e la flipnet.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione