A lezione di Shoa, seminari ad Auschwitz

di redazione
ipsef

red – Ieri il Ministro ha ratificato un accordo con l’Ucei, Unione delle comunità ebraiche italiane, con lo scopo di formare docenti e moltiplicare le attività di studio inerenti l’olocausto.

red – Ieri il Ministro ha ratificato un accordo con l’Ucei, Unione delle comunità ebraiche italiane, con lo scopo di formare docenti e moltiplicare le attività di studio inerenti l’olocausto.

L’accordo prevede seminari per i docenti sulla didattica della shoah, mostre itineranti in scuole e città. "Bisogna dare spazio al racconto dei fatti– ha dichiarato Profumo – la conoscenza documentata serve a contrastare pregiudizi più o meno consolidati e a evitare che se ne formino di nuovi".

Auschwitz "è qualcosa di lontano. Si è inclini a ritenerlo un affare fra nazisti ed ebrei. Ma è una tragedia che ha toccato la nostra società. I viaggi studio hanno l’obiettivo di restituire alla coscienza nazionale una parte della propria storia […] imparare a conoscere i germi dell’intolleranza per impedire il loro sviluppo prima che sia troppo tardi. I fatti sono il sistema immunitario contro ogni forma di negazionismo, l’antidoto contro ogni sottovalutazione del fenomeno. La verità storica è il lascito che dovrà essere ereditato dai nostri giovani".

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione