Lettura, italiani in fondo alle classifiche internazionali. Diffondiamo bibliografie, letture animate, e-book. Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

inviato da Lorenzo Picunio  – Gli italiani sono al fondo delle classifiche internazionali della lettura e comprensione di testi.

Lo stesso dato fornisce un esito molto migliore, se valutato fra i bambini ed i ragazzi che vanno a scuola.

E’ la pigrizia, il disinteresse, l’abitudine alla fruizione passiva della televisione e, negli ultimi anni, dei nuovi media,a creare questa forma di “analfabetismo funzionale”. Una maggiore abitudine alla lettura, anche della narrativa, può migliorare questi parametri.

Occorre un’ “offensiva della lettura”. Pensiamo al 23 aprile, Giornata Mondiale della Lettura dell’Unesco, anniversario di Shakespeare e di Cervantes.

Apriamo bibliotechine (una cassetta per la frutta in ogni sala di attesa frequentata, con dentro un po’ di libri di narrativa, a disposizione di tutti), diffondiamo bibliografie, facciamo letture animate, anche e-book, piuttosto del nulla.

Torniamo al piacere di leggere!   

Versione stampabile
anief
soloformazione