Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

“Lettori si cresce”: Perché i bambini hanno bisogno di libri? Unità di Apprendimento

WhatsApp
Telegram

I libri creano caldi legami emozionali tra adulti e bambini quando leggono libri insieme. Perché è proprio la lettura condivisa, la migliore scelta da operare nelle classi italiane. Inutile ricordare la circostanza del fatto che la “Giornata internazionale del libro per bambini” nasce proprio per incoraggiare il piacere della lettura e l’amore per il libro, in modo particolare proprio per i bambini. Un’attenzione, infatti, è dedicata alla letteratura per l’infanzia. Tale appuntamento è celebrato annualmente sin dal 1967, proprio il 2 di aprile, data nella quale ricorre il compleanno del poeta e scrittore danese Hans Christian Andersen, autore delle celeberrime Fiabe tradotte in più di 80 lingue del pianeta. La giornata è stata ufficialmente istituita dal Consiglio internazionale per i giovani.

L’importanza del libro per lo sviluppo delle abilità linguistiche

I libri – scrive la NCBLA – favoriscono i bambini nel pieno sviluppo delle abilità linguistiche di base e ad ampliare profondamente i loro vocabolari , molto più di qualsiasi altro media. I libri sono interattivi; chiedono che i bambini pensino. I libri di narrativa e saggistica ampliano la nostra coscienza. Ci danno nuovi modi di pensare e nuove idee. Espandono il nostro universo oltre il tempo e il luogo e ispirano i nostri pensieri originali.

Sviluppano capacità di pensiero critico

I libri sviluppano capacità di pensiero critico quello che, sovente, manca nei giovanissimi e in modo considerevole, talvolta, in una distratta adolescenza. Un libro viene letto da un individuo, lo si può prestare, lo si condivide in classe (Covid-19 permettendo), con i genitori, con gli amici. Non ha tracce di risate o partiture musicali che innescano emotivamente la reazione di un lettore. Sono le parole ad emozionare, a descrivere i paesaggi e dar corpo alle emozioni e ai colori, come anche agli odori e ai sapori. Sei solo tu a decidere cosa pensare di un libro e dei suoi contenuti senza che nessuno si sporga alle tue spalle a dirti come pensare. Senza, principalmente, nessuno che ti possa consigliare la velocità con la quale assicurare. I libri sviluppano e nutrono la fantasia dei bambini, ampliando i loro mondi. Non ci sono più confini, regioni temporali. Si naviga nel mondo dell’iperspazio e dell’ipertempo. I libri illustrati avviano i bambini al mondo dell’arte e della letteratura. I romanzi e i libri di saggistica incoraggiano la consapevolezza sensoriale dei bambini, soccorrendoli a vedere, ascoltare, gustare con la scansione di vocali e consonanti, sentire e annusare a un livello immaginario. I libri informano la nostra immaginazione, ispirando la creatività.

Provare il mondo prima di affrontarlo

I libri consentono ai bambini di provare il mondo prima che debbano affrontarlo seriamente . I libri danno ai bambini l’opportunità di sperimentare qualcosa nella loro immaginazione prima che accada loro nella vita reale. I libri aiutano a preparare i bambini alla fase successiva della maturità, preparandosi indirettamente per il mondo degli “adulti”. Il mondo degli insegnanti e dei genitori, il mondo dei potenti. I libri ci aiutano a capirci, a scoprire chi siamo, cosa proviamo delle cose che vediamo e che non riusciamo a soccorrere con la gli stimoli sensoriali a cui siamo abituati. I libri rafforzano la nostra autostima e ci aiutano a capire perché siamo quello che siamo. Ci aiutano a scoprire da dove veniamo e ci aiutano a capire dove vogliamo andare.

La connessione con le persone viene prima della connessione in rete

I libri aiutano i bambini e gli adulti ad aprirsi, a spingersi oltre (talvolta, molto al di là) di quello che potremmo definire l’auto-assorbimento. I libri, specie quelli dei ragazzi ci aiutano a connetterci, non già con la rete (con i suoi pregi e i suoi limiti) ma con le altre persone. I bambini e gli adulti del mondo che viviamo, sia quello vicino a noi che quello lontano. I libri ci mostrano il funzionamento interiore di molteplici prospettive e ci fanno sapere che esiste più di un modo di vedere il mondo. I libri creano connessioni e ampliano la nostra capacità di entrare in empatia; ci aiutano a capire gli altri. I libri ci aiutano a diventare più compassionevoli. I libri aiutano i bambini a tracciare il proprio corso morale ed etico. I libri ci aiutano a riflettere su giusto e sbagliato, bene e male. I libri possono offrire una guida e aiutarci a determinare le nostre priorità di vita, il nostro insieme di valori.

I libri rispondono alle domande

I libri offrono l’opportunità di condividere esperienze culturali. Quando i bambini leggono lo stesso libro, godendo di un’esperienza di lettura comune, i legami tra pari si costruiscono all’interno di una generazione. Quando bambini, genitori e nonni condividono libri classici, si formano legami familiari e comunitari estesi creando un quadro di riferimento condiviso. I libri offrono una vasta gamma di informazioni, esperienze e conoscenze. Ma a differenza di molti media elettronici, i libri offrono anche una grande profondità di informazioni, esperienza e conoscenza. I libri ci informano su altre persone, altri paesi, altri costumi e culture. I libri ci aiutano a insegnare a noi stessi la storia, le arti, la scienza, la religione, la natura, la matematica e la tecnologia, qualsiasi cosa nel nostro universo e oltre. I libri ci aiutano anche a capire l’effetto che tutte queste cose hanno su di noi e sul nostro mondo.

Alcune considerazioni sui libri

I libri ci permetto tanto. Ci soccorrono, ci aiutano, ci incoraggiano e scrive la NCBLA:

  • I libri intrattengono e offrono una grande fuga. Ci fanno ridere e ridere. Ci fanno piangere.
  • I libri, a differenza di molti altri divertimenti, sono gratuiti per tutti. Puoi trovare il libro che ti serve, gratuitamente, presso la biblioteca pubblica del tuo quartiere.
  • I libri sono ottimi compagni. Non sei mai solo quando hai un libro da leggere.
  • I libri ci confortano. I libri ci aiutano a capire che non importa chi siamo, o quali possano essere le nostre esperienze, non siamo soli al mondo.
  • I libri ci ispirano a sognare.
  • I libri ci danno gli strumenti per realizzare i nostri sogni.

Lettori si cresce”: un’UdA per la quinta Primaria

L’Istituto Comprensivo Statale Scuola dell’infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado di Calimera (LE) ha realizzato, grazie ad uno strepitoso staff di docenti, una Unità di Apprendimento Interdisciplinare per Classi Quinte della Scuola Primaria dal titolo “Lettori si cresce”. Due gruppi di lavoro, “Il filo di Arianna”, di grande spessore professionale, con Giusy Aprile, Antonella Montinaro, Maria Rita Greco, Paola Francischello, Maria Domenica Maschi, Elena Evangelista, Nicoletta Martella, Giusy Zacheo, Nicolina Grazioli; e il Gruppo di Implementazione UA Lettura” con i docenti Aprile Carla, Tiziana Tommasi, Lea Pellè, Erminia Corlianò, Maria Domenica Maschi e Lucy Tommasi.

Lettori si cresce – Unità di-APPRENDIMENTO-INTERDISCIPLINARE-LETTURA

WhatsApp
Telegram

Perché scegliere il Corso di Preparazione al Concorso per Dirigente scolastico di Eurosofia?