Lettera di un fratello alla sorella insegnante: continua ad amare il tuo lavoro, nonostante le tante ingiustizie del sistema. Crea tu la “buona scuola”

Stampa

"Cara sorella, approfitto di questo slancio emotivo per scriverti pubblicamente due parole di sostegno e conforto.

"Cara sorella, approfitto di questo slancio emotivo per scriverti pubblicamente due parole di sostegno e conforto.

Stai per tornare dalle tue meritate vacanze, spero che ti sia rilassata e ricaricata per affrontare le tue battaglie. So quanto hai dovuto lottare finora per essere al posto dove sei ed è un posto che nonostante tutti i titoli, l'esperienza e la bravura, balla ancora su un filo sottile.

So anche che a pochi passi da noi ragazze che hanno la metà dei tuoi anni sono già di ruolo ed è difficile da accettare questo sistema marcio. Tutto questo però non deve intaccare nemmeno minimamente la tua vocazione, perchè di questo si tratta.

Probabilmente è vero che gli insegnanti scelgono questo lavoro perchè si sentono più compresi dai bambini che non dagli adulti. Mi auguro per te che qualunque sia il tuo destino, tu continui a non perdere la passione, così da non lavorare nemmeno un giorno in vita tua. E si perchè parliamo di un'attività che richiede grande responsabilità ed a pagare il dazio di tutto lo stress subito, non devono sicuramente essere gli alunni.

A te il compito di disobbedire ed educarli a disobbedire e creare da te una "buona scuola."

Il sistema scolastico è schizofrenico: da una parte si somministrano test standardizzati, dall'altra si vuole una progettazione didattica personalizzata che è in realtà ipocrita e fasulla. L'insegnamento non è solo un freddo passaggio di informazioni, di nozioni, ma è una relazione tra due esseri umani, in cui uno è assetato di conoscenza e l'altro è votato a trasmettere tutto il proprio sapere, non addestrandolo ad essere solo ciò che la società ha deciso per lui.

Non smettere di amare ciò che fai, smetti di affannarti dietro ai genitori, ai presidi, alle colleghe anziane, che ti rallentano l'entusiasmo e la conoscenza e continua ad affascinarti su un Tolstoj. "

Con affetto e stima, tuo fratello.

Miriam Sgammato

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur