Lettera di boss ergastolano ai giovani: istruitevi, aprite gli occhi e lasciate perdere i falsi miti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Lettera di un boss, in carcere da quasi 10 anni in regime di 41 bis per associazione mafiosa, estorsioni, traffico di droga e per diversi omicidi commessi tra il 2001 e il 2009.

Non prendete esempio da persone come me che si sono rovinate la vita, abbandonate la droga e l’alcol e godetevi la vita lavorando onestamente e con dignità, così non dovete avere la paura di chi bussa alla vostra porta. Istruitevi, aprite gli occhi e lasciate perdere i falsi miti” scrive Sebastiano “Iano” Lo Giudice, 42 anni, nella lettera inviata al suo legale.

Date il giusto valore alla vita, perché poi –  continua Lo Giudice – sarà troppo tardi e le sofferenze resteranno soltanto a voi e alle vostre famiglie. Ho visto tanti bravi ragazzi perdersi senza capirne la motivazione e sono certo che se potessero tornare indietro non rifarebbero più gli stessi errori, abbiate la forza di dare una svolta alla vostre vite e non date adito alle millanterie dei quartieri perché prive di fondamento e fine a se stesse“.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione