Lettera appello al Presidente della Repubblica dal Gruppo no congelameno, sì trasferimento no tagli

Di Lalla
Stampa

Libero Tassella – Caro Presidente,
la prego di voler vigilare sull’apertura delle Gaduatorie ad esaurimento dei precari della scuola, in linea con la suprema sentenza della Corte Costituzionale, baluardo della Costituzione e della Democrazia.

Libero Tassella – Caro Presidente,
la prego di voler vigilare sull’apertura delle Gaduatorie ad esaurimento dei precari della scuola, in linea con la suprema sentenza della Corte Costituzionale, baluardo della Costituzione e della Democrazia.

Le scrivo nuovamente, a nome di tantissimi precari: tuteli la nostra dignità e il nostro diritto apartitico al lavoro. Non chiediamo favoritismi, leggi ad personam, escamotage di parte, bensi’ l’applicazione di una sentenza.

Chiediamo quello che ci spetta: trasferirci sul suolo di una nazione unita per poter esercitare la nostra professione. Purtroppo, sappiamo che la Lega continua a denigrare noi insegnanti del sud e a cercare strategie e sotterfugi per blindare le graduatorie.

Ci sentiamo traditi di nostri rappresentanti eletti nel Mezzogiorno e ci affidiamo a lei, il garante della Costituzione.

Certo del suo ascolto e della sua pazienza, la saluto distintamente.

Stampa

Eurosofia organizza la III edizione di [email protected] Aiutiamo i giovani a progettare il loro futuro in modo consapevole