Lettera aperta al Presidente Emiliano dai docenti delle GaE: si conceda la stabilizzazione

WhatsApp
Telegram

Gentile Presidente,
a nome di migliaia di docenti ancora in Gae, ci rivolgiamo nuovamente a lei per chiederle di intervenire a favore della scuola e della classe docente, umiliata e beffata troppo a lungo da chi l’ha preceduta.

La 107 ha creato scissioni e palesi ingiustizie che, come lei stesso ha ammesso, ora andrebbero risanate.
Noi docenti Gae che abbiamo deciso di non aderire ad un piano nazionale di immissione in ruolo che, sottolineamo con veemenza, era nazionale e facoltativo, siamo stati traditi dalla legge e dalla politica con emendamenti postumi che hanno stravolto ciò che la 107 in primis prevedeva.
Abbiamo ascoltato la sua intervista su La 7, in cui ha ribadito l’importanza da lei sempre attribuita, alla scuola pubblica e ai “suoi maestri” di cui ancora ricorda i nomi.
Ebbene, siamo migliaia di maestri e professori precari che in tutta Italia e, in particolar modo nella sua Puglia, chiedono ancora una volta che la loro dignità venga riconosciuta.
Giustamente ha affermato che i docenti avvertono “ostile il Pd”, e se concretamente vuole invertire questa tendenza, lo dimostri con i fatti e non solo con le promesse disattese.
Lei ha pubblicamente affermato “di aver imparato a scuola il senso di giustizia e, di aver iniziato nella scuola ad esser magistrato” dunque, riporti nella scuola il valore della Giustizia, consentendo a noi ancora precari in Gae, che con coerenza abbiamo rinunciato al ricatto renziano di un ruolo su scala nazionale , di accedere alla stabilizzazione.
Inverta con i fatti la politica, ci dimostri con i fatti che “la differenza fra voi e loro c’è”.
Un suo intervento per l’ampliamento dell’organico risulterebbe ora, in questi giorni decisivi, quanto mai provvidenziale per i docenti e per gli alunni.
Ogni logica, anche elettorale richiederebbe di non schierarsi solo a favore di una parte di docenti ma di agire nell’interesse di tutti!
Contribuisca in modo concreto a ridare la meritata importanza alla scuola pubblica e, riporti la classe docente ad avere fiducia nella politica.
Antonella Baccaro Docente di Lettere Scuola Secondaria di I° e II° Grado
Docenti Gae Puglia

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur