Lettera a me stesso in occasione dell’inizio del nuovo anno scolastico

Stampa

Carissimo,  ti vedo ondeggiante in questo inizio d’ anno tra l’entusiasmo di una nuova avventura e le tante questioni che appesantiscono il percorso della scuola, io ho una sola cosa da dirti, una sola da raccomandarti, quella di decidere di appoggiare la tua testa sulla spalla dell ‘amico più caro, così da trarre da lui la forza per slanciarti verso il nuovo che ti attende. 

E tu lo sai chi è’ questo amico caro, ti si sta facendo presente in questi primi passi dell ‘anno che riprende, sa far chiarezza dentro i problemi che passo dopo passo sembrano complicarsi sempre più, indirizza lo sguardo verso ciò che è’ essenziale aiutandoti a non perderti in tanti particolari.

Devi semplicemente decidere, l’amico più caro ti si è’ fatto presente, ti ha parlato con grande franchezza, ti ha detto che ciò che vale è’ il bene che un Altro costruisce e che insegnare è’ seguirlo questo bene e non illudersi di essere tu a determinarlo, a questo punto devi entrare in gioco tu, devi decidere se poggiare la tua speranza sull’amico più caro o se tessere tu le fila della tua avventura.

Devi decidere, l’amico più caro, il cuore, ti ha parlato con grande intensità e senza fraintendimenti, il suo linguaggio è’ stato sempre intriso di verità, non ha altro da dirti, ora aspetta te!

Gianni Mereghetti
Insegnante

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur