Letta (PD): “Tra i politici non c’è ressa per questo, ma a me piacerebbe diventare ministro dell’Istruzione”

Stampa

Lunga intervista a Sette, magazine del Corriere della Sera, per il segretario del Partito Democratico, Enrico Letta. Spazio per diversi argomenti: dall’addio alla politica (temporaneo) nel 2014, al ritorno nel 2021 con l’elezione a capo del partito dem dopo le dimissioni di Nicola Zingaretti.

Chiosa finale su un aspetto curioso, quello di una futura nomina come ministro dell’Istruzione. Nel suo libro Letta scrive che non c’è ressa tra i politici per diventare inquilino di Viale Trastevere, ma lui afferma:Certo, mi piacerebbe. Sono appena entrato nel terzo tempo della mia vita, ma per il quarto non escludo nulla…”.

Poi spiega: Il mio sogno è trattenere i ragazzi italiani in Italia, senza però farli restare in casa con mamma e papà fino a trent’anni. Il problema principale del nostro Paese è che non fa più figli. Ci vuole una dote per i giovani, finanziata con una parte dei proventi della tassa di successione, e un accesso ai mutui-abitazione anche per chi non ha genitori in grado di fornire garanzie”.

Letta: “I docenti devono tornare a credere che l’insegnamento è il mestiere più bello del mondo” [VIDEO]

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur