L’epoca del Sign. Google e dei libri-fantasma. Lettera

WhatsApp
Telegram

Inviato da Angelo Girolami – L’uomo che tradizionalmente è considerato l’inventore della stampa a caratteri mobili è Johann Gensfleish, passato alla storia col nome di Gutenberg, dal paese di provenienza.

La stampa a caratteri mobili non è un’invenzione nata dall’intuito di un genio ma il frutto delle costanti ricerche svoltesi nei laboratori ed officine europee durante il rinascimento.

Con l’avvento della stampa, si sono potute tramandare informazioni e testimonianza in forma scritta.

È stata una rivoluzione, insomma, che ha stravolto anche la “logica di pensiero”: da un pensiero logico-analitico, caratteristico del rapporto “soggetto-libro”, con il Sign. Google abbiamo dovuto adattare il nostro pensiero ad una logica associativa-reticolare, riscoprendoci non più in uno spazio individuale bensì planetario.

Il soggetto, abbandonando il libro di testo, si è ritrovato ad indossare un “habitus” da nomade.

Da invisibili, con l’utilizzo dei Social, siamo diventati ipervisibili.

Il libro, sostanzialmente, è diventato un fantasma.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiornato con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO