Lei, ministro, ha firmato il patto con i sindacati e non con i partiti. Lettera

Stampa

Inviata da Andrea Apicella – Carissimo, ministro Patrizio Bianchi, Lei ha dichiarato: “Sono convinto che la via intrapresa, quella del dialogo e del Patto, resti la via necessaria per trovare delle soluzioni per il Paese. Questo Patto è la base per gli sviluppi successivi. Vogliamo andare avanti e quindi prendiamo questo come un punto di partenza, che abbiamo costruito insieme, per rimettere la scuola al centro”. ( Fonte: Ministero dell’Istruzione – Ministero dell’Università e della Ricerca. Giovedì, 20 Maggio 2021)

Ora, dopo aver firmato con le Organizzazioni Sindacali il “Patto per la Scuola al centro del Paese”, dalle pagine di Orizzontescuola.it del 10 Giugno 2021 ore 8,19 apprendiamo: “Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, secondo quanto raccolto, pare abbia riferito a più parti che sarà il Parlamento a decidere le eventuali modifiche al testo, lasciando, dunque, ai partiti la volontà di cambiare quello che è stato emanato alcune settimane fa”.

Lei, ministro, ha firmato il patto con i sindacati e non con i partiti. Possiamo avere delle delucidazioni a tale proposito?

Saluti Andrea Apicella. Un precario storico della seconda fascia delle GPS.

 

Stampa

Concorso STEM. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype. Nuovi percorsi rapidi, mirati e intensivi