“Leggere: Forte! Estate”, l’iniziativa mira al recupero degli apprendimenti penalizzati dalla Dad

Stampa

Nasce “Leggere: Forte! Estate”, una proposta che arriva dalla Regione Toscana e dal gruppo di ricerca “Leggere: forte! Ad alta voce fa crescere l’intelligenza”, il progetto nato nel 2019 che ha l’obiettivo di inserire la lettura quotidiana ad alta voce nelle scuole come strumento per il successo scolastico.

“Leggere: Forte! Estate” ha l’obiettivo di permettere a bambini e ragazzi un recupero degli apprendimenti e delle abilità cognitive penalizzate durante le settimane di didattica a distanza, anche in vista del prossimo anno scolastico. Si tratta di un espediente semplice, in mano agli operatori dei centri estivi.

“Quando una bambina o un bambino, una ragazza o un ragazzo vengono regolarmente esposti alla lettura, cominciano a capire meglio ciò che leggono e ciò che ascoltano anche in altre situazioni. Sono maggiormente capaci di prestare attenzione, di ricordare, di gestire, coordinare e organizzare le informazioni tra loro. Addirittura, comprendono meglio le proprie emozioni e le emozioni altrui, migliorano lo spirito critico e la capacità di assumere il punto di vista degli altri, anche quando sono molto diversi da loro”, spiega a Indire Federico Batini, direttore scientifico del progetto.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur