Legge sulle graduatorie regionali, lo stop potrebbe venire dall’Europa

di redazione
ipsef

A porre l’accento sulla compatibilità con le norme sovranazionali del progetto Lega sugli albi regionali ai quali si accederebbe con certificato di residenza, è Atimo di Geronimo in un articolo apparso su Italia Oggi di oggi 13 aprile.

A porre l’accento sulla compatibilità con le norme sovranazionali del progetto Lega sugli albi regionali ai quali si accederebbe con certificato di residenza, è Atimo di Geronimo in un articolo apparso su Italia Oggi di oggi 13 aprile.

La lega vuole insegnanti regionali che abbiano la residenza sul territorio nel quale si vuole insegnare e punteggi più alti per i locali. Una bella mazzata per i precari meridionali che cercano "fortuna" a nord.

Ma lo stop potrebbe venire dall’Unione europea. Infatti il disegno di legge Goisis, potrebbe risultare in contrasto con la normativa europea che "prevede la rimozione di ogni ostacolo alla libera circolazione dei lavoratori, anche nella pubblica amministrazione."

Nella stessa direzione vanno alcune sentenza della Corte di giustizia europea che hanno obbligato il "legislatore italiano a conformarsi con ben 3 provvedimenti".

L’articolo di ItaliaOggi

Federalismo e futuro dei precari

Aprea rilancia il proprio DDL. Regionalizzare la scuola

In Lombardia precedenza a insegnanti lombardi

AAA cercasi docenti "d.o.c." in Lombardia

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare