Legge di Stabilità – Anief chiede al Senato di chiudere la querelle in atto con gli aspiranti presidi del concorso 2011: al via un corso intensivo di formazione da 80 ore

di redazione
ipsef

item-thumbnail

ANIEF – Il Governo ha l’opportunità di chiudere una volta per tutte la querelle in atto con gli aspiranti presidi del concorso per dirigenti scolastici del 2011, approvando per loro una sessione speciale di formazione.

Lo chiede il sindacato Anief alla Commissione di competenza del Senato, attraverso un apposito emendamento presentato in Legge di Stabilità per modificare la parte riguardante la Scuola del disegno di legge n. 2960.

Al comma 1 dell’articolo 53 del ddl, il giovane sindacato chiede di prorogare “per gli aspiranti che hanno in corso un contenzioso avverso il decreto direttoriale del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca 13 luglio 2011, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, 4ª serie speciale, n. 56 del 15 luglio 2011, ovvero il decreto direttoriale n. 499 del 20 luglio 2015 per l’accesso al corso intensivo per accesso al ruolo di Dirigente scolastico ai sensi del comma 87 e ss., i termini per la partecipazione ad una nuova sessione speciale del corso intensivo di durata di 80 ore complessive di cui al comma 87 e ss. dell’art. 1 Legge 13 luglio 2015 n. 107, da disciplinare con decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, da emanare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge”.

L’avvio di una nuova sessione speciale di corso intensivo per accesso al ruolo di Dirigente scolastico, spiega Anief, sanerebbe “i rilievi di incostituzionalità della norma ‘sanatoria’ mossi dal Consiglio di Stato con ordinanza n. 3008/2017. Inoltre, tale rinnovazione del corso permetterebbe la copertura già dal prossimo anno scolastico delle attuali sedi vacanti non compromettendo i posti da bandire a seguito dell’emanazione del regolamento di cui al decreto n. 138 del 7 agosto 2017”.

DDL 2960 Emendamenti alla Legge di Stabilità

Emendamenti Anief:

Al comma 1 dell’articolo 53, aggiungere il seguente comma:

Sono prorogati anche per gli aspiranti che hanno in corso un contenzioso avverso il decreto direttoriale del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca 13 luglio 2011, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, 4ª serie speciale, n. 56 del 15 luglio 2011, ovvero il decreto direttoriale n. 499 del 20 luglio 2015 per l’accesso al corso intensivo per accesso al ruolo di Dirigente scolastico ai sensi del comma 87 e ss., i termini per la partecipazione ad una nuova sessione speciale del corso intensivo di durata di 80 ore complessive di cui al comma 87 e ss. dell’art. 1 Legge 13 luglio 2015 n. 107, da disciplinare con decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, da emanare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge”.

Motivazione [ammissione ad una nuova sessione speciale di corso intensivo per accesso al ruolo di Dirigente scolastico ai sensi del comma 87 e ss., avverso il bando del concorso per dirigenti scolastici 2011 e lo stesso decreto direttoriale n. 499 del 20 luglio 2015]: l’ammissione ad una sessione speciale degli aspiranti in questione, già ricorrenti avverso il bando del concorso per dirigenti scolastici 2011 – DDG del 13 luglio 2011 e il decreto direttoriale n. 499/2015, sana i rilievi di incostituzionalità della norma ‘sanatoria’ mossi dal Consiglio di Stato con ordinanza n. 3008/2017. Inoltre, tale rinnovazione del corso permetterebbe la copertura già dal prossimo anno scolastico delle attuali sedi vacanti non compromettendo i posti da bandire a seguito dell’emanazione del regolamento di cui al decreto n. 138 del 7 agosto 2017.

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare