Legge di stabilità, bocciato ripristino tagli agli ATA e taglio alle supplenze

Tra i grandi assenti nella Legge di Stabilità di quest'anno, le modifiche ai tagli dell scorso anno relativamente ad ATA e supplenze.

Tra i grandi assenti nella Legge di Stabilità di quest'anno, le modifiche ai tagli dell scorso anno relativamente ad ATA e supplenze.

Infatti, si era vociferato in prima battutta sulla possibilità di ripristino dei 2.020 posti ATA a seguito del piano di dematerializzazione delle segreteria. Dematerializzazione ancor a venire, ma che ha determinato un ammanco nell'organico di fatto del personale delle segreterie.

Altra questione non affrontata nella Legge di stabilità riguarda l'abolizione dal 1 settembre 2015 di conferire supplenze brevi a: a) personale appartenente al profilo professionale di assistente amministrativo, salvo che presso le istituzioni scolastiche il cui relativo organico di diritto abbia meno di tre posti; b) personale appartenente al profilo di assistente tecnico; c) personale appartenente al profilo di collaboratore scolastico, per i primi sette giorni di assenza. Alla sostituzione si può provvedere mediante l'attribuzione al personale in servizio delle ore eccedenti di cui ai periodi successivi.

A ciò si aggiungono anche le supplenze dei docenti. Infatti, rimane l'abolizione dal 1 settembre 2015 i dirigenti non potranno conferire supplenze per il primo giorno di assenza.

Tutto sulla legge di stabilità 2015

Legge di Stabilità, approvata: concorso dirigenti, assunzione ispettori, più finanziamenti paritarie, edilizia, slitta school Bonus, pensioni settima salvaguardia

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia