Legge di Stabilità, approvata al Senato. Confermato stanziamento 150mila assunzioni, qualche modifica

di Paolo Damanti

167 sì e 37 no, nessuno astenuto. Lunedì approvazione finale. Legge di stabilità passa al Senato con voto di fiducia. Ancora un sì ai finanziamenti per l'assunzione di 150 mila nuovi docenti. Testo passa nuovamente alla Camera.

167 sì e 37 no, nessuno astenuto. Lunedì approvazione finale. Legge di stabilità passa al Senato con voto di fiducia. Ancora un sì ai finanziamenti per l'assunzione di 150 mila nuovi docenti. Testo passa nuovamente alla Camera.

Il Governo, causa ritardi nell'analisi dei 3.800 emendamenti, ha presentato un proprio maxi-emendamento sul quale ha posto la fiducia.

Al suo interno, modifiche già approvate in V Commissione e quelle proprie. Alcune di esse riguardano la scuola.

Modificato l'articolo riguardante il finanziamento per la riforma "La Buona scuola", che include il piano di assunzione di 150mila docenti.

Infatti, l'articolo in questione era già stato modificato alla Camera grazie all'emendamento Coscia-Santerini che chiedeva l'utilizzo dei fondi anche per la formazione dei docenti. In realtà, l'emendamento, mal formulato, lasciava intendere un ampliamento delle assunzioni anche ad ATA e Dirigenti. Interpretazione prontamente smentita dall'On Coscia che specificava la semplice volontà di stanziare fondi per la formazione.

Formazione che, almeno nelle iniziali intenzione dell'On Santerini la quale aveva presentato degli emendamenti specifici poi accorpati all'emendamento Coscia, doveva riguardare in special modo i docenti neoassunti dal piano straordinario di immissioni in ruolo contenuto nella riforma, ed in particolare si chiedeva la dimostrazione di "certificate" competenze informatiche e linguistiche. Emendamento formazione neoassunti, riformulato. Santerini: "opportunità, non ostacolo"

Seguici anche su FaceBook per le ultime sulle assunzioni, lo fanno già in 165mila

Ieri, con il maxi-emendamento è stato messo ordine nella questione, specificando che lo stanziamento di 1 miliardo di euro, 3 a regime dal 2016, dovrà servire per le assunzioni, per il potenziamento dell'alternanza scuola-lavoro e per la formazione dei docenti e dei dirigenti. Viene, dunque, tolto il passaggio che creava ambiguità circa l'allargamento della platea degli assunti e viene specificata l'esigenza formativa per docenti e dirigenti.

A seguito delle modifiche apportate al testo, la Legge dovrà adesso effettuare un nuovo passaggio alla Camera. Difficilmente saranno apportate ulteriori modifiche. Anzi, per lunedì è attesa l'approvazione definitiva.

Versione stampabile
soloformazione