Legge di Bilancio, raddoppio riposi orario per allattamento

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Novità legge di Bilancio 2020: più ore di allattamento per le donne che lavorano e bonus per l’acquisto del latte artificiale.

Il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, ha annunciato novità nella legge di Bilancio per le neo mamme che lavorano.

In un emendamento di prossima approvazione si prevede infatti un bonus di 400 euro per agevolare l’acquisto del latte artificiale per le donne che non possono allattare. “Nella manovra sarà presentato l’emendamento per il bonus, necessario per l’acquisto del latte artificiale, che deve essere garantito a chi non può. L’emendamento si inserisce in un contesto di formazione e informazione che ha come obiettivo il sostegno dell’allattamento al seno. Ma non lasceremo indietro nessuno” ha affermato Sileri.

E’ invece del senatore M5S, Raffaele Mautone, la proposta di raddoppiare le ore di allattamento per le lavoratrici nei primi sei mesi di vita del bambino, stabilendo riposi di 4 ore per le neo mamme anziché di 2.

Normativa attuale

Come riferito, attualmente la normativa prevede che il permesso sia subordinato esclusivamente all’orario di lavoro giornaliero contrattualmente stabilito e non settimanale. Le ore di riposo sono così ripartite:

  • Se la giornata di lavoro è pari o superiore a 6 ore il riposo sarà di 2 ore (anche cumulabili);
  • Se la giornata di lavoro è inferiore a 6 ore il riposo è di 1 ora.

Riposi per allattamento: a chi spettano, fino a che età del bambino, quante ore

Versione stampabile
soloformazione