Legge di Bilancio, Landini (Cgil): “Tagli e riduzioni alla scuola e non solo. Così è da bocciare”

WhatsApp
Telegram

“Giudichiamo la manovra per quello che è concretamente. E il giudizio è negativo. Insieme alla Uil abbiamo promosso ogni giorno della settimana che va dal 12 al 16 dicembre, una serie di iniziative in tutte le regioni, anche con il ricorso allo sciopero: non siamo solo di fronte a una Legge di bilancio sbagliata, ma che contiene idee di riforma molto regressive”.

Lo afferma in un’intervista al ‘Fatto Quotidiano’ il segretario della Cgil Maurizio Landini osservando che “invece di combattere la precarietà si reintroducono i voucher. Vuol dire che si pensa di aumentare forme di sfruttamento e incentivare gli imprenditori a investire su questo e non su qualità e innovazione”.

Landini osserva che “anziché aumentare i salari è regressivo premiare gli evasori, innalzare il contante, tornare indietro rispetto ai pagamenti digitali” così come “rinunciare ad alzare ed estendere in tutti i settori la tassazione sugli extraprofitti, prevedere tagli e riduzioni all’istruzione, al trasporto e alla sanità pubblica che aprono la strada alla privatizzazione” e “dopo 10 anni che non si rivalutano le pensioni, prevedere dei tagli e non mettere fine alla legge Fornero”.

E commentando le critiche degli imprenditori, Landini sottolinea che “anche Confindustria riconosce che c’è un problema salariale e che la gente non arriva a fine mese” e parla di “un incontro da realizzare”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur