Legge di Bilancio. FLCGIL: 30.000 posti di sostegno rimarranno al 30 giugno, si allontana stabilizzazione precari

di redazione
ipsef

Nel commentare la legge di Bilancio 2017, presentata alla Camera dei Deputati, il sindacato FLCGIL fa il punto sulle misure attese ma mancanti nel testo definitivo del provvedimento.

Dal testo licenziato dal governo, afferma la FLC CGIL, scopriamo che manca

  • l’istituzione di un organico funzionale per Ata, scuola dell’infanzia, educatori
  • la conversione nell’organico di diritto dei posti in deroga del sostegno, circa 30.000.

Senza queste misure – conclude il sindacato – si allontana ogni giorno di più l’orizzonte della stabilità di migliaia di precari e delle normali condizioni di funzionamento delle scuole per garantire i livelli essenziali delle prestazioni

Permane invece la norma che limita il conferimento delle supplenze brevi al personale amministrativo, tecnico e ausiliario. Il governo, suggerisce il sindacato, avrebbe dovuto semplicemente cancellare la norma di contenimento sulle supplenze Ata, introdotte della legge di stabilità 2015.

Tutto sulla legge di Bilancio 2015

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione