Legge di Bilancio, dagli organici alla formazione dei docenti: tutto quello che riguarda la scuola

Stampa

La Legge di Bilancio 2021, composta da 229 articoli, inizia il suo iter parlamentare.

Per sabato 28 novembre alle 19 è stato fissato il termine degli emendamenti in V commissione della Camera. Le audizioni che inizieranno sabato, inizio delle votazioni il 9 dicembre con il fine di arrivare al voto del mandato ai relatori per il 16 dicembre. Si punta a invio della manovra in aula della Camera il 18 novembre e via libera in prima lettura il 20 dicembre. Come anticipato, quindi, il Senato avrà pochi giorni tra Natale e Capodanno per approvare in via definitiva la legge di Bilancio.

Cosa si prevede per la scuola:

  • 25.000 posti aggiuntivi in organico di diritto per il sostegno
  • 10 milioni di euro per la formazione dei docenti
  • 1.000 assistenti tecnici nel primo ciclo dal 2021/2022 e prosecuzione al 30 giugno dei contratti a tempo determinato previsti fino al 31 dicembre 2020
  • 1.000 posti per potenziamento per la scuola dell’Infanzia
  • 60 milioni di investimenti sulla fascia 0-6
  • 50 milioni per il 2021 e 50 milioni per il 2022  per il sistema duale
  • 8 milioni per il potenziamento area digitale, animatori digitali, équipes formative, anche per la formazione del personale docente.
  • 117 milioni per il 2021 e 106 milioni per il 2022 per aumento posti asili nido
  • 20 milioni per inclusione alunni con disabilità nelle paritarie
  • incremento dei fondi dell’autonomia pari a 100 milioni nel 2021
  • 12 milioni di euro per incremento tecnologie e sistema SIDI
  • 1.500 milioni per edilizia scolastica con proroga poteri commissariali comuni
  • 200 milioni alle regioni e 150 milioni ai comuni per il trasporto scolastico

LEGGE DI BILANCIO [SCUOLA]

In particolare si prevede:

Organici 

  • incremento dell’organico di diritto dei docenti di sostegno di 25.000 unità; il Ministero, così come segnala l’ANP, ha assicurato che detto ampliamento non comporterà alcuna riduzione dell’organico di fatto;
  • aumento dell’organico della scuola dell’infanzia di 1000 docenti e aumento dei finanziamenti del segmento 0-6 per un importo pari a 62 milioni di euro;
  • proroga del contratto degli assistenti tecnici, già assunti nelle scuole dell’infanzia e del primo ciclo, fino al prossimo 30 giugno 2021; dall’anno scolastico 2021/22 la misura sarà resa strutturale con l’assunzione di 1.000 assistenti tecnici nel segmento di istruzione indicato;
  • trasformazione a tempo pieno dei contratti di lavoro dei collaboratori scolastici ex LSU;

Potenziamento dell’innovazione didattica e digitale nelle scuole

  • prolungamento, anche per gli anni scolastici 2021/22 e 2022/23, delle attività delle équipe formative territoriali con un ruolo di promozione delle misure e dei progetti di innovazione didattica e digitale nelle scuole, per garantire la diffusione di azioni legate al Piano per la scuola digitale nonché per promuovere azioni di formazione del personale docente e di potenziamento delle competenze degli studenti sulle metodologie didattiche innovative e sulla didattica digitale integrata;
  • incremento delle risorse del Fondo per il funzionamento delle istituzioni scolastiche al fine di potenziare le azioni per l’innovazione didattica e digitale nelle scuole attraverso le azioni di coinvolgimento degli animatori digitali;
  • incremento della spesa finalizzata a realizzare un sistema informativo integrato per il supporto alle decisioni nel settore dell’istruzione scolastica, per la raccolta, la sistematizzazione e l’analisi multidimensionale dei relativi dati, per la previsione di lungo periodo della spesa per il personale scolastico, nonché per il supporto alla gestione giuridica ed economica del predetto personale anche attraverso le tecnologie dell’intelligenza artificiale e per la didattica a distanza;

DISEGNO DI LEGGE 

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia