Legge di bilancio, Bianchi apre all’incremento del fondo di valorizzazione professionale e all’organico covid per il personale ATA. Gissi (Cisl Scuola): “Passi avanti importanti” [INTERVISTA]

WhatsApp
Telegram

Il Ministro Patrizio Bianchi si impegnerà su tre fronti in vista dell’approvazione finale della legge di bilancio: togliere la parola ‘docente’ dalle risorse destinate all’organico aggiuntivo covid fino a giugno, all’incremento del fondo della valorizzazione professionale dei docenti e anche all’incremento del FUN.

Lo ha detto ad Orizzonte Scuola Maddalena Gissi, segretaria generale della Cisl Scuola, al termine dell’incontro con il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi dedicato alle misure della legge di bilancio.

Il Ministro Bianchi ha ribadito, si legge in una breve nota del Ministero, “l’impegno mio e del Ministero per far valere le ragioni della scuola. Siamo tutti al lavoro, anche in vista del passaggio in Parlamento della manovra di bilancio“.

Il Ministro si impegna su tre posizioni“, spiega la sindacalista: “per quanto riguarda la questione organico covid, il Ministro ha assicurato che tramite la maggioranza, farà di tutto per cancellare la voce ‘docente’ dall’articolo della manovra che proroga l’organico covid. Sarà trasformato in un generico ‘personale scolastico’. Questo vuol dire che le scuole potranno utilizzare i fondi per i contratti in base alle proprie esigenze “.

In seconda battuta, l’altro tema su cui Bianchi si impegnerà sarà quello del fondo di valorizzazione professionale dei docenti: “Per il Ministro l’obiettivo è di incrementare il fondo di diverse decine di milioni. Abbiamo chiesto di agire sul salario accessorio e per quello relativo all’ordinamento per il personale ATA. Adesso sarà il Governo a valutare come muoversi“, spiega Gissi, che aggiunge: “Non ci devono essere finalità. Il fondo nasce con la lettera a e b“. Nello specifico, serve l’eliminazione “di riferimenti generici e discutibili (cfr. “dedizione all’insegnamento”) per quanto riguarda la finalizzazione delle risorse del fondo per la valorizzazione dei docenti, che devono rimanere quelle individuate dall’originario art.1, comma 592, affidandone la gestione alla contrattazione“;

Infine, Bianchi si impegnerà anche all’incremento del FUN, riscrivendo praticamente la finalità“, prosegue la sindacalista.

Durante l’incontro, che a sorpresa ha visto la presenza della Flc Cgil e della Uil Scuola, in stato di agitazione, la segretaria Gissi ha avuto modo di parlare anche delle altre questioni che vengono portate avanti nelle ultime settimane. Fra questi la mobilità, dove si lavora al rinnovo del CCNI.

Al tavolo per la mobilità abbiamo fatto una proposta di togliere i vincoli: il contratto può anche essere firmato presto. Noi abbiamo individuato una modalità risolutiva. Le chiediamo di sostenerla con la Funzione Pubblica, perchè con quella precisazione ci permetterebbe di andare avanti. Siamo disponibili a farlo immediatamente se accoglierete le nostre richieste“, ha spiegato la segretaria generale Cisl Scuola. “Se viene meno il vincolo si potrà sicuramente andare avanti. Lascio al Governo la possibilità di introdurre, tramite emendamenti, l’assegnazione provvisoria per i vincolati“.

Gissi chiede al Ministro l’atto di indirizzo del rinnovo del contratto: “Dobbiamo farlo al più presto. Lo sappiamo che andremo ormai dopo Natale. Ma dobbiamo muoverci. Il Ministro deve scrivere il Testo Unico del nuovo contratto“.

LEGGE DI BILANCIO

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito