Legge di Bilancio, aumento stipendio personale scuola a tre cifre: tre le richieste dei sindacati

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Legge di Bilancio 2020: un documento con le richieste dei sindacati FLCGIL, CISL, UIL, SNALS e GILDA alla luce dell’incontro svolto con i quadri direttivi al Teatro Quirino. 

Perché non ci sarà un aumento stipendio a tre cifre

  • Per i lavoratori del comparto “Istruzione e Ricerca” l’aumento sarebbe di meno di 80 euro medi mensili
  • Poiché gli stanziamenti per il rinnovo contrattuale sono comprensivi dell’elemento perequativo attribuito ad oltre il 40 per cento dei lavoratori del comparto, a testimonianza che le retribuzioni del comparto istruzione e ricerca sono significativamente inferiori a quelle delle altre pubbliche amministrazioni, l’aumento medio mensile si riduce a circa 70 euro.
  • Le risorse per l’elemento perequativo devono essere considerate pertanto aggiuntive rispetto a quelle occorrenti per il rinnovo contrattuale
  • Al fine di conseguire un reale avvicinamento alla media delle retribuzioni europee, è necessario un significativo stanziamento aggiuntivo

Inoltre i sindacati chiedono di risorse per la valorizzazione professionale del personale del comparto.

In particolare chiedono di integrare il fondo per il finanziamento delle attività accessorie (MOF),  la cui consistenza è rimasta invariata ai livelli del 2013.

Quali attività sono pagate con il Fondo Unico Miglioramento Offerta Formativa

L’articolo 40, commi 1 e 2 del CCNL 2016/2018 del 19/4/2018, ha istituito il Fondo Unico per il Miglioramento dell’Offerta Formativa, in cui confluiscono tutte le risorse destinate:

  • al Fondo dell’Istituzione scolastica (lettera a)
  • alle attività complementari di educazione fisica (lettera b)
  • alle funzioni strumentali all’offerta formativa (lettera c)
  • agli incarichi specifici ATA (lettera d)
  • ai progetti nelle aree a forte rischio sociale (lettera e)
  • alle ore eccedenti per le sostituzioni del personale (lettera f)
  • alle attività di recupero nella Scuola Secondaria di secondo grado (comma 5 lettera b)
  • alle risorse del bonus per la valorizzazione del merito dei docenti (comma 2 lettera a)
Versione stampabile
soloformazione