“Legge di Bilancio Art. 110 FUN” – Mortificata la professionalità Direttori SGA e segreterie: Non bastano le scuse, servono le risorse!

WhatsApp
Telegram

Il testo del disegno di Legge di Bilancio 2022, che la prossima settimana approderà al Senato, è l’ennesima offesa alla dignità ed alla professionalità di migliaia di lavoratori del comparto scuola, giacché, come di consueto, la figura del DSGA è completamente invisibile ed ignorata. Un grande vuoto che calpesta l’impegno profuso non solo nella gestione emergenziale dovuta alla pandemia ma della normale amministrazione di un ente ormai autonomo: la scuola.

Ma vi è di più: all’imbarazzante assenza in ordine a qualsiasi misura in favore dei direttori, si contrappone l’art. 110 del predetto disegno di legge rubricato Incremento del FUN per il finanziamento delle retribuzioni di posizione di parte variabile dei dirigenti scolastici finalizzato ad aumentare di 20 milioni di euro il Fondo unico nazionale per il finanziamento delle retribuzioni di posizione e di risultato, di cui all’art. 4 del C.C.N.L. – Area V della dirigenza – e ciò all’espresso fine di “di adeguare la retribuzione di posizione di parte variabile dei dirigenti scolastici in relazione alla complessità ed alla gravosità delle attività che sono chiamati a svolgere”.

Sebbene tale rivendicazione possa apparire legittima, la lettura della relazione illustrativa allegata al testo normativo succitato, posta a giustificazione della misura economica, disvela una insopportabile ed inveritiera rappresentazione della realtà. Si legge infatti che “il dirigente scolastico non riceve un idoneo supporto, sul piano giuridico, da parte dell’apparato amministrativo posto alle sue dipendenze

Detta mistificatoria narrazione volta a giustificare l’incremento del FUN attribuendo ai dirigenti mansioni che come da espresso disposto normativo vengono in realtà materialmente svolte ogni giorno dai DSGA, oltre alla lamentata assenza di “supporto giuridico”, costituisce un’intollerabile vulnus al ruolo dei Direttori.

La misura è colma – dichiara il Presidente del Movimento Nazionale Direttori SGA Alberico Sorrentino

  • il momento di dire basta in vista di un rinnovo contrattuale le cui premesse (le risorse finanziarie) condannano ancora una volta il personale invisibile. Non ci bastano le scuse, pretendiamo una rettifica immediata della relazione alla Legge di Bilancio e soprattutto le risorse.

Oggi i fondi non mancano, tanto è vero che quotidianamente piovono soldi a pioggia sulle Istituzioni scolastiche per l’acquisto di ogni genere di bene. È il tempo di riconoscere le competenze del personale ed in specie dei Direttori SGA mediante la creazione dell’Area delle alte professionalità a cui dovrà corrispondere un significativo aumento dello stipendio tabellare.”

A tal fine il Movimento ha inviato una nota a tutte le Organizzazioni Sindacali (in allegato) chiedendo di porre in essere ogni forma di azione di protesta.

Siamo pronti ad incatenarci in viale Trastevere – conclude Sorrentino – ed a rallentare l’azione amministrativa incrociando le braccia. Così, forse, smetteremo di essere invisibili” .

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito