Legge di Bilancio, 95 euro lordi mensili per il rinnovo del contratto scuola

Stampa

Il governo ha messo a disposizione per il rinnovo dei contratti dei dipendenti pubblici quasi 4 miliardi di euro. La somma sarà inserita nella prossima legge di bilancio, ma, come segnala Italia Oggi, sarebbe sufficiente appena per un aumento a regime di 95 euro lordi mensili.

I sindacati del settore scuola, secondo la ricostruzione del quotidiano economico, hanno chiesto almeno altri 2 miliardi, ma il governo avrebbe intenzione di aumentare la dotazione finanziaria di non più di 500 milioni di euro. Parte di questa cifra rimarrebbe  indisponibile per garantire la perequazione delle retribuzioni più basse prorogando le misure già adottate con il precedente contratto. Resterebbe fermo il meccanismo del coefficiente fisso per il calcolo degli aumenti, che penalizza fortemente i lavoratori della scuola rispetto ai lavoratori degli altri settori e comparti.

Recentemente sull’argomento dell’aumento stipendiale era intervenuto il presidente di Anief, Marcello Pacifico che aveva lanciato l’idea di un’indennità di 10 euro al giorno di rischio biologico e lavoro gravoso, non molto diversa da quella assegnata a medici e infermieri.

“Se fosse riconosciuta un’indennità di rischio di dieci euro giornalieri, sarebbero 300 euro gli aumenti mensili cui aggiungere cento euro già stanziati nella scorsa legge di bilancio e altri 50 euro che potrebbero essere aggiunti nella prossima nota di aggiornamento del DEF, per un totale di 450 euro di aumenti mensili”, aveva detto il leader del movimento sindacale di categoria.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia