Legge Bilancio, emendamenti Anief: dall’abolizione della chiamata diretta a quella del vincolo sulla mobilità, dal potenziamento infanzia all’assunzione dei DSGA

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato Anief – Il sindacato Anief ha presentato una lunga lista di proposte emendative al disegno di legge n. 2960. Le richieste di modifica della Legge di Stabilità riguardano il comparto Scuola e sono state tutte comunicate alla V e VII Commissione del Senato della Repubblica.

Sono svariati i temi affrontati dal giovane sindacato che vince sempre in tribunale: dalla partecipazione ai concorsi per dirigenti scolastici, per Direttori dei servizi generali e amministrativi e per docenti negli istituti pubblici, alla progressione di carriera; dall’adeguamento della normativa sul precariato e degli organici anche su posti di sostegno all’aggiornamento delle Graduatorie ad Esaurimento e al doppio canale per le graduatorie d’istituto; dal nuovo reclutamento previsto dalla riforma Buona scuola alla titolarità su ambiti territoriali e vincoli eccessivi oggi in essere sulla mobilità del personale; dalla vaccinazione degli alunni al potenziamento introdotto dalla Legge 107/2015, dall’insegnamento del diritto alla posizione del personale Ata e degli educatori.

“Sono tutte proposte emendative – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – che hanno solo uno scopo: far funzionare al meglio i nostri istituti scolastici, ancora afflitti da personale precario per decenni, posti in organico di fatto anziché di diritto, norme taglia diritti, negati in primis ai disabili, concorsi cervellotici, trasferimenti forzati a centinaia di chilometri da casa, anche quando vi sono posti dietro casa, le tante storture dell’ultima riforma Renzi-Giannini, una cronica trascuratezza per il personale amministrativo, tecnico, ausiliario e per gli educatori che operano nei convitti”.

“Ci appelliamo, ora, alla sensibilità dei senatori, perché valutino con attenzione le nostre richieste, formulate anche sulla spinta di quel personale scolastico che il nostro sindacato incontra periodicamente attraverso centinaia di seminari e convegni organizzati ogni anno nelle scuole”, conclude il presidente del giovane sindacato.

 ELENCO TEMATICO DELLE PROPOSTE EMENDATIVE:

  1. Nuovo corso – concorso DS riservato a ricorrenti 2011 – 2015
  2. Ammissione in sovrannumero concorso DS dei VICARI ed esclusione da prove selettive
  3. Estensione della partecipazione a concorso DSGA di ATA
  4. Ammissione in sovrannumero concorso DSGA di ATA reggenti ed esclusione da prove selettive
  5. Graduatoria 24 mesi DSGA – ATA
  6. Autorizzazione supplenze personale ATA
  7. Concorso a cattedra 2016. Graduatorie d’istituto. Assunzioni personale docente

Autorizzazione assunzioni vincitori e idonei, docenti inseriti nella seconda e terza fascia delle graduatorie d’isitituto per ambiti territoriali, partecipazione docenti di ruolo ai concorsi e nuova sessione riservata per i laureati, nuovo concorso a cattedra con riserva per i precari, valutazione servizio dottorato di ricerca, scioglimento riserva docenti inseriti in Ga gIi assunti.

  1. Riapertura GAE e accorpamento IV – III fascia
  2. Abolizione vincolo triennale e quinquennale mobilità
  3. Personale educativo e mobilità
  4. 11. Potenziamento per infanzia, educatori, ata. Nuove assunzioni
  5. Progressione di carriera e organici

Adeguamento organico di fatto a organico di diritto. Riconoscimento servizio prestato presso le scuole parificate. Ricostruzione di carriera con riconoscimento per intero del servizio pre-ruolo. Ripristino gradone stipendiale per neo-assunti dal 2011. Eliminazione temporizzazione DSGA. Riconoscimento carriera docente come lavoro usurante.

  1. Estensione della CARD ad ATA, Educatori e al personale a tempo determinato
  2. Abolizione titolarità su ambito
  3. Abolizione limite organici di sostegno e posti in deroga
  4. Abolizione chiamata diretta
  5. Insegnamento di cittadinanza e costituzione e introduzione diritto nel primo biennio superiori e in
  6. Eliminazione norma obbligatoria sulla vaccinazione.

Ufficio Stampa Anief

09 novembre 2017

Versione stampabile
anief anief
soloformazione