Legge bilancio, assunzioni agevolate per laureati con 110 e lode e media di 108/110 e dottori di ricerca

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La legge di bilancio prevede un incentivo per i privati che assumono giovani laureati meritevoli.

Incentivo

L’incentivo è riconosciuto ai datori di lavoro privati che assumono, dal 1° gennaio al 31 dicembre 2019,  con contratto subordinato a tempo indeterminato giovani laureati con i requisiti di seguito riportati.

L’incentivo consiste nell’esonero dal versamento di contributi previdenziali, esclusi i premi e i contributi Inail, per un massimo di 12 mesi, a decorrere dalla data di assunzione, e di 8.000 euro per ogni assunzione effettuata.

Requisiti giovani laureati

L’incentivo suddetto è riconosciuto per le assunzioni di:

  • cittadini in possesso di laurea magistrale, conseguita nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2018 e il 30 giugno 2019, con una votazione di 110/110 con lode e con una media ponderata di almeno 108/110, entro la durata legale del corso di studi e prima del compimento  dei trent’anni di età, in università statali o non statali legalmente riconosciute;
  • cittadini in possesso di dottorato di ricerca, conseguito nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2018 e il 30 giugno 2019 e prima del trentaquattresimo anno di età in università statali o non statali legalmente riconosciute.

Assunzioni a tempo parziale

L’incentivo, di cui sopra, è riconosciuto anche per assunzioni part-time, sempre contratto subordinato a tempo indeterminato.

Il limite massimo dell’incentivo, in questo caso, è proporzionalmente ridotto.

Trasformazione contratto a tempo indeterminato

L’esonero dal pagamento dei contributi è riconosciuto anche nel caso di trasformazione del rapporto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato, nel periodo 1°gennaio 2019-31 dicembre 2019.

Il dipendente, cui viene trasformato il rapporto di lavoro, deve essere in possesso dei requisiti sopra riportati.

Licenziamento individuale

In caso di licenziamento individuale per giustificato motivo oggettivo del lavoratore assunto avvalendosi del succitato incentivo, effettuato nei 24 mesi  successivi all’assunzione, determina la revoca dell’esonero dal pagamento dei contributi (come sopra indicato) e il recupero delle somme corrispondenti al beneficio fruito.

Una circolare Inps fornirà tutte le indicazioni in merito alla modalità di fruizione dell’esonero.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione