Legge bilancio approvata, tutto sulla scuola: stipendio, assunzioni, concorsi, abolita titolarità di ambito

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Legge di bilancio approvata in via definitiva alla Camera dei deputati con 313 voti favorevoli, 70 contrari.  Vediamo i provvedimenti riguardanti la scuola.

Sistema di reclutamento

Il sistema di reclutamento nella scuola secondaria, delineato dal D.lgs. 59/2017, è stato novellato prevedendo, per l’accesso al ruolo, il concorso seguito da un anno di formazione in servizio e prova per la conferma.

E’ stato, inoltre, abolito il concorso riservato ai docenti precari con 36 mesi di servizio.

Leggi i nostri approfondimenti:

 Concorso, immissione in ruolo e formazione: scheda di sintesi sul nuovo reclutamento

Concorso scuola secondaria 2019, requisiti d’accesso docenti con o senza 36 mesi di servizio

Docenti con 36 mesi di servizio, legge bilancio prevede riserva 10% posti ed esonero 24 CFU

Mobilità, come acquisire una nuova abilitazione per passaggio di ruolo/cattedra?

Concorso scuola secondaria 2019: quali titoli avranno specifico punteggio

Concorso scuola secondaria: posti, prove, assunzione. Si partecipa per una sola classe di concorso

Abolita titolarità di ambito

La legge di bilancio abolisce la titolarità di ambito prevista dalla legge n. 107/2015, a partire dall’anno scolastico 2019/2020, per il personale coinvolto nelle procedure di reclutamento e nelle operazioni di mobilità territoriale (trasferimenti) e professionale (passaggio di ruolo/cattedra).

Cosa accade invece ai docenti titolari di ambito non coinvolti in procedure di mobilità o assunzione? Lo abbiamo spiegato in Abolizione titolarità di ambito: per neoassunti e trasferiti nella legge di bilancio, per tutti nel DDL Granato

Tempo pieno alla primaria e 2mila assunzioni

Nel testo si legge che, entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di bilancio, bisognerà stabilire le modalità per la graduatoria del tempo pieno nella scuola primaria.

L’aumento di organico previsto sarà di 2mila posti.

Riforma sostegno rinviata al 1° settembre 2019

Rinviata al 1° settembre 2019 l’entrata in vigore del D.lgs. 66/2017 che ha introdotto nuove norme in materia di inclusione scolastica.

Il rinvio è stato effettuato in vista di modifiche da apportare al decreto medesimo. Approfondisci

Stop appalti pulizia

Dal 2020 non ci saranno più appalti esterni per la pulizia delle scuole, ma se ne occuperanno i bidelli.

Prevista l’assunzione, tramite concorso, dei lavoratori delle ditte di pulizie (12.000) che abbiano determinati requisiti. Approfondisci

Alternanza scuola-lavoro

I percorsi di alternanza scuola-lavoro cambiano nome, assumendo quello di “percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento”.

Viene ridotto il monte ore da svolgere negli ultimi tre anni:

a) almeno 210 ore negli istituti professionali;
b) almeno 150 ore negli istituti tecnici;
c) almeno  90 ore nei licei.

Il Miur, entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge, deve emanare un decreto che definisca le linee guida in merito ai percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento.

Inoltre, considerato che la misura entrerà in vigore dal 2018/19, i percorsi già progettati vanno rimodulati sulla base delle risorse adesso disponibili.

120 insegnanti esonerati per innovare la didattica

Esonero per 120 docenti che costituiranno delle équipe territoriali formative e dovranno facilitare l’utilizzo nelle scuole delle nuove tecnologie, al fine di innovare la didattica, secondo quanto previsto nel Piano Nazionale Scuola Digitale.

Licei musicali

La legge prevede l’incremento dell’organico del personale dei licei musicali. L’incremento è pari a 400 posti, per cui saranno assunti altrettanti docenti.

La misura pone fine al problema relativo allo svolgimento della seconda ora di strumento nel biennio, sino ad oggi non svolta per carenza d’organico.

Assunzione educatori

Prevista l’assunzione di 290 educatori a decorrere dall’a.s. 2019/20.

Aumento fondo finanziamento scuole

La legge dispone un aumento del fondo di finanziamento delle scuole (di cui alla legge n. 296/2006) di:

  • 174,31 milioni di euro per il 2020;
  • 79,81 milioni di euro per il 2021.

Ripartizione risorse attività PNSD e laboratori formativi per l’occupabilità

La legge di bilancio, modificando quanto previsto dalla legge n. 107/15, predispone che la ripartizione delle risorse tra le scuole, per le attività svolte in coerenza con il PNSD e per quelle svolte nell’ambito dei laboratori territoriali per l’occupabilità, avvenga tramite procedure selettive.

Specializzazione sostegno

Previsto come requisito d’accesso ai corsi di specializzazione uno dei seguenti:

  • abilitazione specifica all’insegnamento oppure laurea più 24 CFU in discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, con riferimento alle procedure distinte per la secondaria di primo o secondo grado.

Oltre che con l’abilitazione (come avvenuto sino ad oggi), dunque, sarà possibile accedere ai corsi di sostegno con la sola laurea e i 24 CFU. 

Evidenziamo che nella bozza di decreto del prossimo corso di specializzazione è prevista la partecipazione dei soli abilitati e non anche di coloro i quali siano in possesso della sola laurea e 24 CFU.

FIT 2018

La legge di bilancio interviene su una procedura in corso, ossia quella relativa al percorso annuale FIT, che stanno svolgendo i docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado, i quali hanno partecipato al concorso per titoli e colloquio riservato agli abilitati e poi sono stati inseriti nelle graduatorie di merito regionali ad esaurimento (GMRE), da cui sono stati ammessi al predetto percorso FIT.

Il percorso FIT, secondo quanto predisposto dalla manovra, diventa ripetibile in caso di valutazione negativa.

FIT non avviati

La legge prevede, inoltre, che coloro i quali non sono stati ancora avviati al FIT (quindi coloro che hanno svolto il concorso 2018 ma non sono stati ancora ammessi al FIT), si applicano le nuove norme, per cui il FIT diventa percorso annuale di formazione iniziale e prova, che è ripetibile e finalizzato alla conferma in ruolo.

Pensioni quota 100

In legge di Bilancio è previsto soltanto il finanziamento della misura, mentre per le disposizioni attuative si deve attendere un provvedimento ad hoc.

Ricordiamo che si accede a quota 100 con almeno:

  • 38 anni di contributi;
  • 62 anni di età.

Quanto alla tempistica, nell’incontro tra sindacati e premier Conte prima dell’approvazione della legge di bilancio in Senato, è stata indicata la seguente tempistica:

  • dal mese di aprile 2019 per i dipendenti privati;
  • dal mese di ottobre 2019 per i dipendenti pubblici.

Aspettiamo il decreto attuativo per fornire tutte le informazioni utili. Riguardo ai tempi di emissione del decreto, il Ministro Tria ha parlato di inizio dell’anno; è stata anche ipotizzata la data del 10-12 gennaio.

ATA ex COCOCO

Prevista, per tale personale, la trasformazione dei contratti a tempo parziale a tempo pieno. Ricordiamo, infatti, che gli ATA ex COCOCO sono stati assunti nelle scuole statali, nel corrente anno scolastico, ma con contratti part-time, secondo quanto previsto dalla precedente legge di bilancio.

ATA ex CO.CO.CO., contratto a tempo pieno per 226 unità. Criteri individuazione

Stipendio: elemento perequativo e indennità di vacanza contrattuale

Stanziati i fondi per il rinnovo del CCNL relativo al triennio 2019-2021 (considerati insufficienti dalle OO.SS.), per la copertura dell’elemento perequativo dal 1° gennaio 2019 e per la cosiddetta indennità di vacanza contrattuale in attesa del predetto rinnovo.

Lezioni private

Lo svolgimento di lezioni provate dovrà essere comunicato al dirigente scolastico e i proventi saranno tassati al 15%. Continua

ITS

Le legge prevede che le risorse del fondo di cui alla legge n. 296/2006, incrementato con quelle previste dalla legge n. 205/2017, siano ripartite tra le regioni e assegnate agli ITS, a partire dall’anno formativo 2019/2020, in modo da rendere stabile e tempestiva la realizzazione dei percorsi coerenti con i processi di innovazione tecnologica in atto e inclusi nei piani territoriali regionali.

Le risorse suddette, entro il 30 settembre di ciascun anno, vanno assegnate dal Miur direttamente alle Regioni che le riversano agli ITS. A tal fine, questi ultimi  devono riportare, nell’anno precedente, una valutazione svolta sulla base dei criteri e delle modalità applicative degli indicatori stabiliti dall’Accordo in sede di Conferenza unificata del 5 agosto 2014, come modificato dal successivo Accordo del 17 dicembre 2015.

Assunzioni agevolate per laureati e dottori di ricerca

La legge di bilancio prevede un incentivo per i privati che assumono giovani laureati meritevoli. Continua

Superato declassamento USR FVG

Cancellato il declassamento dell’USR FVG, per cui tornerà ad essere diretto da un direttore generale.

Congedo maternità: al lavoro fino al nono mese di gravidanza

Attualmente, il congedo di maternità è fruito:

  • due mesi prima della data presunta del parto;
  • tre mesi dopo il parto (il calcolo parte dal giorno successivo a quello del parto).

E’, inoltre, possibile fruire del summenzionato congedo un mese prima del parto e quattro mesi dopo. In tal caso, quindi per lavorare sino all’ottavo mese di gravidanza, è necessario il parere favorevole del ginecologo.

Con la nuova disposizione il congedo potrà essere fruito dopo il parto, entro i successivi cinque mesi. A tal fine, è necessario che il medico specialista del Servizio Sanitario Nazionale o con esso convenzionato e il medico competente ai fini della prevenzione e della salute nei luoghi di lavoro attestino che tale opzione non arrechi un danno alla salute della mamma e del nascituro.

Zero sei

Incremento di 10 milioni di euro annui, a partire dal 2019, Fondo nazionale per il sistema integrato di educazione e di istruzione (da 0 a 6 anni).

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione