Legge 104 e taglio retribuzione permessi: quanto risparmio? La scuola il settore che darà il maggiore contributo

di
ipsef

red – Al momento è possibile solo un calcolo forfettario del risparmio se si attuasse la decurtazione del 50% della retribuzione prevista dalla prossima finanziaria. La scuola rappresenta la parte dell’amministrazione pubblica con il tetto maggiore di permessi 104.

red – Al momento è possibile solo un calcolo forfettario del risparmio se si attuasse la decurtazione del 50% della retribuzione prevista dalla prossima finanziaria. La scuola rappresenta la parte dell’amministrazione pubblica con il tetto maggiore di permessi 104.

Intanto, partiamo dai numeri. Quanti sono gli impiegati pubblici che chiedono i permessi 104? I dati più aggironati risalgono al 2010 che hanno analizzato 18.325 amministrazioni pubbliche. Dai dati forniti dal Ministero della pubblica amministrazione risulta che nel 2010 hanno usufruito di tali permessi 232.729 pubblici dipendenti per un totale annuo di 4.503.727,50 giornate lavorative (605.889,41 per permessi personali e 3.897.838,09 per assistenza a parenti o affini). Si tratta peraltro di dati in continuo aggiornamento. Le pubbliche amministrazioni che hanno concluso la rilevazione sono 11.773 (di cui 2.071 hanno dichiarato di non avere alcun dipendente fruitore dei permessi ex lege 104). Il costo totale per il 2010 è stato di 725.289.450 euro

La scuola la fa da padrona
Dai dati trasmessi da 9.740 istituti su 11.267 risulta che nel 2010 hanno usufruito dei permessi 103.742 dipendenti per un totale di 1.401.556,64 giornate lavorative (140.849,58 per permessi personali e 1.260.707,06 per assistenza a parenti o affini). Anche qui si tratta ovviamente di dati parziali, tenuto conto che le scuole che hanno concluso la procedura sono solo 5.723.

A quanto ammonterà il risparmio? Difficile dirlo, ipotizzare una metà dei settecento milioni di euro del 2010 potrebbe dare un’idea della portata dell’operazione finanziaria. Nelle prossime settimane il Ministero della funzione pubblica dovrebbe pubblicare i dati aggiornati al 2011 con statistiche più accurate. E magari potremo avere un dato più certo sull’operazione di risparmio. Certo è che ancora una volta la scuola darà il contributo maggiore

Cattedre da 18 a 24 ore: per la FLCGIL i posti in bilico sono 34mila. Recupero, tout court, delle ferie non spettanti o in cambio 15 giorni in più di vacanza?

Blocco contratto fino 2014 è giallo indennità di vacanza. 6.500 nuovi tagli. Docenti a 22/24 ore e novità legge 104

 

Versione stampabile
anief banner
soloformazione