Legalità a scuola, Apidge: “Bussetti dà incarichi esterni anziché utilizzare docenti di diritto”

comunicato  – “Il ministro Marco Bussetti ha a disposizione 18.000 insegnanti regolarmente retribuiti per insegnare il diritto nelle scuole. Ne utilizza la metà per insegnare, gli altri 8.000 li impiega in supplenze o nel sostegno degli alunni svantaggiati.

Di fronte alla grande domanda di insegnare legalità nelle scuole che fa? Invece di utilizzare il personale in organico, sigla un’intesa con un’associazione di giovani avvocati, esterni al mondo della scuola, per “promuovere nei giovani l’esercizio della cittadinanza attiva quale fondamento di una convivenza civile basata sui valori della Costituzione italiana, della solidarietà, della partecipazione responsabile e della cooperazione”».

A parlare, attraverso il proprio presidente, Ezio Sina, è l’Associazione professionale insegnanti di scienze giuridiche ed economiche (Apidge), che «denuncia e stigmatizza questo comportamento lesivo della dignità e della professionalità di tutti gli insegnanti. Ma la Procura generale della Corte dei conti sta a guardare?».

“Abbiamo chiesto al ministro di riceverci – prosegue Sina – una sua assistente, la dottoressa Amanda Ferrario, ci ha detto che nel giro di una settimana avremmo potuto incontrarlo ma sono passati sei mesi senza ottenere udienza. Da quando ricopre la carica di ministro, il professor Bussetti non risponde alle tante istanze e sollecitazioni dei docenti di diritto e di economia che chiedono da tempo di essere messi semplicemente in condizione di lavorare”.

Riguardo al disegno di legge sull’insegnamento dell’educazione civica, prendendo spunto dai rilievi sulle coperture finanziarie sollevati lo scorso 17 luglio in quinta commissione Bilancio del Senato, il presidente di Apidge sottolinea che “a oggi non vi sono dati ufficiali relativi alla compatibilità finanziaria relativa all’utilizzo di personale dell’organico dell’autonomia. Come se un’impresa decidesse di costruire un palazzo e non conosce il numero degli operai disponibili”.

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Scegli il corso ideato da Eurosofia per acquisire le nuove, indispensabili competenze