Argomenti Archivio 2011

Tutti gli argomenti

Lega bocciata su inni regionali. La Sicilia fa da sè su storia e lingua locale

Di
Stampa

Dopo essere andata sotto sulla festività del 17 marzo, la Lega Nord viene bocciata sull’introduzione dello studio dei simboli regionali. Intanto in Sicilia il Parlamento approva un ddl per la valorizzazione della storia, della lingua e della letteratura siciliana nelle scuole; possibile utilizzazione dei precari e dei soprannumerari rimasti disoccupati a seguito dei tagli.

Dopo essere andata sotto sulla festività del 17 marzo, la Lega Nord viene bocciata sull’introduzione dello studio dei simboli regionali. Intanto in Sicilia il Parlamento approva un ddl per la valorizzazione della storia, della lingua e della letteratura siciliana nelle scuole; possibile utilizzazione dei precari e dei soprannumerari rimasti disoccupati a seguito dei tagli.

Il Carroccio non ce la fa a far passare la propria proposta sullo studio dei "simboli identitari della regione di appartenenza", mentre passa la proposta sull’insegnamento dell’Inno di Mameli.

Da canto suo la Sicilia ha ieri approvato il ddl recante ”Norme sulla valorizzazione della storia, della lingua e della letteratura siciliana nelle scuole". Il testo darà piena attuazione alle previsioni del titolo V della Costituzione e dello Statuto di Autonomia in materia di istruzione. A questo scopo saranno impiegati centinaia di docenti della scuola pubblica in esubero o precari da molti anni.

Stampa

Eurosofia organizza la III edizione di [email protected] Aiutiamo i giovani a progettare il loro futuro in modo consapevole