Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

L’Educazione Fisica e la progettazione digitale integrata per competenze. Modello da scaricare

Stampa

Abbiamo già detto che l’educazione digitale consiste nell’uso innovativo di strumenti e di tecnologie digitali durante l’insegnamento e l’apprendimento, ed è spesso indicata come “Technology Enhanced Learning (TEL)” o “e-Learning”. Esplorare l’uso delle tecnologie digitali offre agli educatori l’opportunità di progettare opportunità di apprendimento coinvolgenti nei corsi che insegnano, e questi possono assumere la forma di corsi e programmi misti o completamente online.

Apprendimento misto

“Gli approcci misti utilizzano più metodi per fornire l’apprendimento combinando interazioni ‘faccia a faccia’ con attività online”. Un esempio di apprendimento misto è l’aula capovolta in cui le attività online vengono completate al di fuori dell’aula fornendo un’opportunità per una discussione più approfondita durante il tempo faccia a faccia trascorso in classe.

Apprendimento online

L’apprendimento online offre molti vantaggi agli studenti, inclusa la possibilità di studiare in modo flessibile e da un luogo adatto.

Visione e strategia per l’educazione digitale

L’educazione digitale è un tema centrale della strategia di apprendimento e insegnamento nella scuola e, in particolare in quella italiana.
Impegnarsi nell’uso creativo delle tecnologie digitali nel nostro insegnamento quotidiano e nel processo di valutazione, è una scommessa irrinunciabile. Se del caso è possibile scegliere il percorso online, misto o in aula.
Dobbiamo perseguire l’aspirazione (credendoci fermamente) che ogni educatore sia un educatore digitale e che tutto il personale docente sia supportato nell’uso appropriato della gamma completa delle tecnologie di apprendimento.

Approcci all’educazione digitale

È utile pianificare gli approcci all’educazione digitale nella fase di progettazione del curriculo di istituto o del programma. Considerare quali tecnologie digitali utilizzare durante la fase di progettazione (o riprogettazione) offre ai team del corso e del programma l’opportunità di adottare approcci di educazione digitale adatti al loro contesto particolare.

Un esempio di progettazione per competenze digitali integrate

Come scrive Rosalba Cavarretta” l’attuale emergenza coronavirus, le continue innovazioni delle TIC, gli ultimi provvedimenti normativi (linee guida per la didattica digitale integrata), hanno portato a rapidi cambiamenti nei processi didattici della scuola”.
Per alcuni pedagogisti la didattica mista, “rappresenta una soluzione di apprendimento flessibile, in quanto facilmente personalizzabile e facilmente accessibile perché permette un’ampia serie di applicazioni e processi formativi quali il computer based learning, web based learning e aule virtuali. Nel web 2.0, per esempio, l’informazione non è più solo letta ma può essere creata, condivisa e riusata”.
“In questa prospettiva, l’insegnante stimola e incentiva il processo formativo, dove le attività non sono basate sull’apprendimento dei contenuti predeterminati ma sulla costruzione degli stessi” ritiene Rosalba Cavarretta.

Le innovazioni: l’esempio dell’educazione civica

Ma quali innovazioni è possibile o, meglio, è utile inserire nella progettazione. Analizziamo un caso specifico facendoci accompagnare, nel viaggio, dalla professoressa Rosalba Cavarretta, scrittrice e atleta. “Innanzitutto, quando si parla di Educazione fisica, non si possono trascurare gli aspetti conoscitivi ed emotivi che concorrono alla buona riuscita della performance dell’allievo e al suo benessere psico-fisico. E’ necessario, dunque, oltre ad allenare le capacità fisiche e motorie, rendere i ragazzi consapevoli dei processi che stanno alla base di quanto stanno svolgendo e dei vantaggi che si possono ottenere praticando attività fisica. Nella progettazione delle mie U.d.A., rifacendomi all’esperienza, per me, positiva della didattica a distanza, ho ritenuto opportuno introdurre le cosiddette “metodologie attive”, (multimediale, laboratoriale, metacognitive) per meglio mettere l’alunno al centro del processo di apprendimento, sollecitandolo nella sua creatività e nel suo senso di iniziativa”.

I nuclei tematici e le lezioni (anche on-line)

Nel caso che vi proponiamo, come Orizzonte Scuola, sono stati predisposti 4 nuclei tematici,
Al suo interno abbiamo previsto delle attività da svolgere in presenza con quelle da svolgere online per un totale di 60 lezioni.
Nel primo percorso, dal titolo “Star bene in salute”, che mira ad applicare a se stessi comportamenti di promozione dello “star bene”, sono state previste 6 lezioni + 3 ore dedicate alle verifiche.
Nel secondo, “Alla scoperta del movimento consapevole”, che mira ad acquisire cognizione e coscienza del movimento che si sta vivendo, sono state previste 15 lezioni + 3 ore dedicate alle verifiche.
Nel terzo, “Il linguaggio del movimento”, che mira a valorizzare il movimento come mezzo di interrelazione ed espressione, sono state previste 6 lezioni + 3 ore dedicate alle verifiche.
Infine nel quarto, dal titolo “Lo sport insegna”, che mira a praticare i valori dello sport e ad impegnarsi per il bene comune, sono state previste in totale 21 lezioni (7 x 3 sport) + 3 ore dedicate alle verifiche.

Le finalità

Ogni percorso è finalizzato a:

  • dare un ruolo attivo allo studente;
  • realizzare un prodotto;
  • integrare abilità operative e cognitive;
  • utilizzare le conoscenze teoriche per lo svolgimento di attività pratiche;
  • sviluppare forme concrete di collaborazione.

La didattica digitale

Nella didattica digitale trovano spazio diverse tecniche di conduzione della classe quali:

  • la “flipped classroom” (prevede lo studio della lezione a casa, che poi viene discussa e messa in pratica a scuola);
  • il cooperative learning (gli studenti lavorano in piccoli gruppi per attività di apprendimento e ricevono valutazioni in base ai risultati conseguiti);
  • il mastery learning (si basa sulla convinzione che tutti possano raggiungere adeguati livelli di apprendimento, indipendentemente dalle capacità possedute.

I percorsi programmati rispettano il tempo di apprendimento di ogni discente e sono accuratamente personalizzati), il project based learning (fondato su progetti che nascono da problemi reali per la risoluzione dei quali collaborano tutti gli studenti coinvolti).

Gli strumenti da utilizzare

Gli strumenti digitali da utilizzare sono molteplici e si avvarranno di applicazioni web per creare documenti, presentazioni, blog, ecc. oppure siti web informativi per il supporto scolastico.
Con la didattica laboratoriale gli studenti lavorano con i contenuti per generare un prodotto. Per esempio, è possibile attivare laboratori sportivi per fare esaltare i valori dello sport come pratiche educative e laboratori espressivi per la realizzazione di spettacoli teatrali.
Infine, nella didattica metacognitiva lo studente è spinto a riflettere su cosa e come sta imparando e quali sono le motivazioni che lo portano ad impegnarsi per apprendere.
Le strategie più utilizzate, a tale scopo, sono quelle di selezionare, organizzare, ripetere, elaborare le informazioni più importanti.
A conclusione del percorso, come le linee guida ricordano, “la valutazione formativa terrà conto della qualità dei processi attivati, della disponibilità ad apprendere, a lavorare in gruppo, dell’autonomia, della responsabilità personale e sociale e del processo di autovalutazione”.
L’integrazione tra le lezioni online e le lezioni in presenza si prestano ad essere utilizzate nei tre possibili scenari che possono accadere in questo anno scolastico:

  • si ritorna in classe normalmente e si attivano come potenziamento della didattica in presenza;
  • si attua una didattica mista;
  • viene sospesa la didattica in presenza.

Progettazione integrata per competenze a.s.2020-2021_classe prima

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!