L’Educazione finanziaria sarà insegnata nell’ambito dell’Educazione civica. Via libera da parte del governo

WhatsApp
Telegram

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il disegno di legge Competitività, che inserisce l’Educazione finanziaria nell’insegnamento dell’Educazione civica.

In questo modo, in un’ottica interdisciplinare e trasversale, acquisiscono centralità nel percorso formativo la finanza, il risparmio e l’investimento, con l’obiettivo di rendere i ragazzi cittadini consapevoli, capaci di partecipare pienamente alla vita economica del Paese. Per promuovere la cultura finanziaria, il ddl prevede forme di cooperazione tra soggetti istituzionali e soggetti portatori di interessi economici.

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito, infatti, definirà le linee guida per lo studio dell’Educazione finanziaria nelle scuole, d’intesa con la Banca d’Italia e la Consob e sentite le associazioni rappresentative degli operatori e degli utenti bancari e finanziari. Inoltre, il MIM, la Banca d’Italia e la Consob sottoscriveranno appositi accordi per promuovere la cultura finanziaria, nel rispetto dell’autonomia scolastica.

Valditara: “Risparmio e investimento saranno centrali”

“Con il ddl Competitività, l’Educazione finanziaria sarà studiata nell’ambito dell’Educazione Civica. Risparmio e investimento saranno centrali nella crescita dei ragazzi. Il MIM redigerà le linee guida per l’insegnamento, d’intesa con Bankitalia, Consob e realtà rappresentative”. Così Giuseppe Valditara, ministro dell’Istruzione e del Merito, sul suo profilo Twitter.

Damiani (Forza Italia): “Bene il governo, i ragazzi risentono di un gap su queste materie”

“Il governo vuole ampliare le nozioni dell’educazione civica includendo anche la materia finanziaria, proprio come da me chiesto sin dalla scorsa legislatura con un’apposita proposta di legge – dichiara il senatore di Forza Italia Dario Damiani, capogruppo in commissione Bilancio – Sono quindi molto soddisfatto dell’iniziativa governativa, che riconosce l’importanza di fornire competenze finanziarie a tutti gli studenti, mettendoli al corrente fin dalla giovanissima età delle opportunità e dei rischi della gestione delle proprie risorse economiche. I nostri ragazzi risentono di un gap in materia economico-finanziaria rispetto ai coetanei europei che va colmato e la formazione scolastica sarà il supporto cruciale in questo importante compito”.

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti 30-60 CFU, apertura straordinaria e full immersion nel mese di luglio. Contatta Eurosofia