L’edilizia scolastica tra i beneficiari dell’otto per mille devoluto allo Stato

WhatsApp
Telegram

È all’esame del Consiglio dei ministri, convocato oggi alle 18, il decreto presidenziale che modifica i criteri per l’utilizzazione dell’8 per mille devoluto allo Stato, che aggiungerà la categoria edilizia scolastica pubblica alle voci finanziate con questi fondi.

È all’esame del Consiglio dei ministri, convocato oggi alle 18, il decreto presidenziale che modifica i criteri per l’utilizzazione dell’8 per mille devoluto allo Stato, che aggiungerà la categoria edilizia scolastica pubblica alle voci finanziate con questi fondi.

Il provvedimento, previsto dalla legge di stabilità per il 2014, inserisce una quinta quota tra i beneficiari dell’8 per mille Irpef a gestione statale, inserendo anche "ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento antisismico ed efficientamento energetico degli immobili di proprietà pubblica adibiti all’istruzione scolastica".
Il regolamento modifica il Dpr 76/1998 in materia di criteri e procedure per l’uso delle risorse derivanti dall’8 per mille.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO