Le studentesse romane chiedono il congedo mestruale: “Il ciclo non è un lusso”

WhatsApp
Telegram

La Rete degli Studenti Medi ha organizzato a Roma un sit-in dinanzi alle scuole per chiedere il congedo mestruale per tutte quelle persone che soffrono di patologie legate al ciclo, come la dismenorrea.

“È di poche settimane fa la notizia della scuola di Ravenna che ha approvato la giustifica dei giorni di assenza causa dolori mestruali.  Una proposta che guarda ad una scuola più inclusiva e che si unisce alla battaglia sull’approvazione della carriera alias negli istituti. La scuola deve essere presidio di inclusività e il congedo mestruale non è solo una concessione giusta per persone con mestruazioni che soffrono ogni mese, ma è anche una battaglia contro il taboo del ciclo”. dichiarano gli studenti che poi chiedono: “Vogliamo che il provvedimento che sia approvato in ogni scuola della Regione”.

L’adesione da parte dei collettivi è arrivata da almeno 25 tra licei e istituti a Roma e nelle altre province del Lazio.

A Ravenna il liceo artistico Nervi-Severini ha deciso di riconoscere il congedo mestruale per le studentesse che ne facciano richiesta. L’assenza riconosciuta è fino a due giorni al mese in caso di dismenorrea (dolori associati al ciclo) certificata.

Leggi anche

Assorbenti gratis in Scozia, in vigore la legge (vale anche per la scuola). In Italia solo nel 2021 Iva tagliata dal 22% al 10%

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, scade oggi