Le scuole sentinella di Zaia: “Test salivari a tappeto, in caso di positivi tamponi nasali semplici per tutti”

Stampa

Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, presenta il piano scuola per l’anno scolastico che si accinge a partire.

La vera novità riguarda le scuole sentinella. Ecco le parole dell’esponente leghista: “Il piano delle scuole sentinella, una rete di decine di istituti sparsi in ogni provincia dove si monitora costantemente il livello di circolazione del Covid, facendo tamponi su tamponi, uno screening a tappeto. Abbiamo già comprato un milione di tamponi salivari molecolari in previsione del giorno della prima campanella per elementari, medie e superiori. Test per nulla invasivi, sarà come succhiare un lecca-lecca. Il generale Figliuolo credo ne abbia già disposto un maxi acquisto. Funziona così: tamponi salivari per scovare gli asintomatici e poi, in caso di positivi, tamponi nasali semplici per tutta la scuola. Una falange macedone contro il virus”.

Green pass scuola dal 1° settembre: non ne sono ancora in possesso, vale autocertificazione o devo fare il tampone?

Nei giorni scorsi, Zaia aveva fornito ulteriori dettagli in merito alla gestione del ritorno in classe previsto, in Veneto, per il 13 settembre. Durante il punto stampa del 20 agosto aveva affermato: “In questi giorni abbiamo avviato una gara con Azienda Zero in via prudenziale per avere garantita una fornitura di un milione di tamponi salivari molecolari alla riapertura delle scuole. Se ce li fornirà il Governo tanto meglio. Questi test sono meno invasivi per i ragazzi e anche per tutto il mondo della disabilità, con il vantaggio di essere tamponi molecolari quindi molto affidabili”.

Veneto, un milione di tamponi salivari per la riapertura delle scuole. Zaia: meno invasivi e affidabili

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione