Le scuole possono pubblicare sul proprio sito le graduatorie di docenti e Ata? Il Garante della Privacy risponde

WhatsApp
Telegram

Gli istituti scolastici possono pubblicare sul proprio sito internet le graduatorie di docenti e Ata. Il Garante della Privacy, in una Faq pubblicata sul proprio sito, chiarisce sull’argomento.

Per il Garante è possibile pubblicare le graduatorie poiché questo consente a chi ambisce a incarichi e supplenze di conoscere la propria posizione e il proprio punteggio. Tali liste devono però contenere solo il nome, il cognome, il punteggio e la posizione in graduatoria.

Non bisogna, invece, provvedere alla pubblicazione dei numeri di telefono e degli indirizzi privati dei candidati.

Le graduatorie di istituto sono attualmente disciplinate dall’ordinanza ministeriale del 6 maggio scorso e sono articolate in tre fasce:

  • Prima fascia: comprende i docenti iscritti nelle graduatorie a esaurimento;
  • Seconda fascia: comprende i docenti in possesso di abilitazione iscritti nelle graduatorie provinciali di supplenza di prima fascia;
  • Terza fascia: comprende i docenti di scuola secondaria non abilitati, in possesso del titolo di studio valido per l’accesso all’insegnamento, iscritti nelle graduatorie provinciali di supplenza di seconda fascia.

Il Dirigente scolastico attinge dalle Graduatorie di istituto per:

  • supplenze annuali e temporanee fino al termine delle attività didattiche per posti che non sia stato possibile coprire con il personale incluso nelle graduatorie a esaurimento e nelle graduatorie provinciali di supplenza
  • supplenze temporanee per la sostituzione di personale temporaneamente assente
  • supplenze per la copertura di posti divenuti disponibili dopo il 31 dicembre.

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff