Le scadenze del mese di giugno: fine dell’attività didattica, esami di Stato, mobilità docenti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Le scadenze del mese di giugno riguardano la fine delle attività didattiche, gli esami di Stato, mobilità docenti.

1° giugno – Primo giorno delle due settimane utili per la comunicazione al SIDI dei dati delle assenze effettuate nel mese di maggio 2017 da tutto il personale scolastico (a tempo indeterminato; a tempo determinato supplente annuale; a tempo determinato con contratto fino al termine delle attività didattiche)
2 giugno – Festa della Repubblica
5 giugno – termine ultimo per l’invio della domanda di graduatoria d’istituto I e II fascia ATA (allegato G e allegato A)
5 giugno – Invio al SIDI dei flussi finanziari relativi a maggio 2017
6 giugno – Inizio del periodo di compilazione delle domande per inserimento e aggiornamento delle graduatorie d’Istituto docenti della provincia di Trento. La domanda va compilata su istanze on line a partire dalle 9.00. il termine di presentazione scade il 5 luglio alle 14.00.
6 giugno – Pubblicazione delle commissioni d’esame con notifica su istanze; nelle segreterie gli elenchi saranno visibili già dal 5 giugno
7 giugno – Termine delle lezioni nelle scuole delle regioni Abruzzo ed Emilia-Romagna
8 giugno – Termine delle lezioni nelle scuole delle regioni Lazio, Lombardia e Marche
9 giugno – Termine delle lezioni nelle scuole delle regioni Campania, Molise, Sicilia e della provincia di Trento
9 giugno – Pubblicazione elenchi per la mobilità del personale docente della scuola primaria per l’anno scolastico 2017/18
9 giugno – Termine ultimo per la pubblicazione dell’avviso per la chiamata diretta per la scuola d’infanzia
10 giugno – Termine delle lezioni nelle scuole delle regioni Basilicata, Calabria, Liguria, Piemonte, Puglia, Sardegna, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta e Veneto
10 giugno – Termine per il pagamento delle spese postali del conto di credito relative a maggio 2017
10 giugno – termine ultimo per revocare le domande di mobilità della secondaria di I grado
10 giugno – Trasmissione all’AIE degli elenchi dei testi adottati (Nota annuale MIUR)
La trasmissione all’AIE (Associazione Italiana Editori) degli elenchi dei testi adottati deve avvenire esclusivamente per via telematica entro il 10 giugno, inoltrando i dati:
on-line tramite l’utilizzo del sito www.adozioniaie.it;
in locale (off-line) con applicativo Argo o equivalente.
Per venire incontro alle esigenze delle famiglie, le scuole provvedono a pubblicare in “Scuola in chiaro” l’elenco dei libri di testo adottati, distintamente per classe, sezione e indirizzo di studio.
14 giugno – Termine delle lezioni nelle scuole della regione Friuli Venezia Giulia
14 giugno – Termine per l’eventuale comunicazione all’Ufficio Scolastico Regionale e al collegio dei revisori della mancata approvazione del Conto Consuntivo 2016 da parte del Consiglio di Istituto
14 giugno – Termine delibera collegio per definizione criteri chiamata diretta secondaria I grado
15 giugno – Come previsto dalla legge 89 del 2014, termine ultimo di comunicazione, da parte delle pubbliche amministrazioni, attraverso il sistema PCC, degli eventuali debiti scaduti nel mese precedente (le fatture, cioè, per le quali sia stato superato il termine del 31 maggio senza che ne sia stato disposto il pagamento)
15 giugno – Si svolgerà il 15 giugno 2017 con inizio alle ore 8:30 in sessione ordinaria la prova scritta a carattere nazionale (Prova Invalsi esami di Stato I grado)
15 giugno – termini ultimi di comunicazione dei posti disponibili al SIDI per la secondaria di I grado
16 giugno – Termine delle lezioni nelle scuole della provincia di Bolzano
16 giugno – Entro tale data (tramite modello F-24EP) devono essere effettuati i seguenti versamenti:
imposta IRAP sui compensi corrisposti a maggio 2017;
IVA mensile per le istituzioni scolastiche con gestioni economiche (convitti, lavorazione conto terzi, azienda agraria, azienda speciale);
contributi INPS-Gestione Separata per collaborazioni coordinate e continuative relative a maggio 2017;
ritenuta d’acconto su liquidazioni ad estranei la pubblica amministrazione
16 giugno – Entro tale data deve essere comunicato al SIDI il “prestato servizio” del personale supplente in carico (per i contratti ancora aperti nel mese corrente)
16 giugno – Per l’a.s. 2017/2018 la domanda per la richiesta di mobilità deve essere presentata entro il 16 giugno all’Ufficio Scolastico Regionale di appartenenza. Analogamente entro la medesima data, esclusivamente per il tramite dell’Ufficio Scolastico Regionale di appartenenza, devono essere presentate le domande di mobilità interregionale. Lo stesso termine dovrà essere osservato dai dirigenti scolastici in posizione di stato che potrebbero rientrare dal collocamento fuori ruolo, comando, utilizzazione, incarico sindacale o rientro dall’estero.
Entro il 3 luglio gli Uffici Scolastici Regionali di appartenenza provvederanno a inviare tutte le domande agli Uffici Scolastici Regionali di destinazione. Questi ultimi adotteranno i provvedimenti di competenza entro il 15 luglio, dandone immediata comunicazione agli Uffici Scolastici Regionali di provenienza e al Miur ­ Direzione Generale del Personale scolastico – Ufficio II.
19/20 giugno – riunione preliminare per esami di Stato Ii grado
20 giugno – Comunicazione al Centro per l’Impiego dell’assunzione, della proroga, della cessazione e della trasformazione dei rapporti di lavoro relativi a maggio 2017
21 giugno – prima prova scritta
22 giugno – seconda prova scritta
22 giugno – termine ultimo per la pubblicazione dell’avviso della chiamata diretta per il I grado
Entro il 23 giugno – definizione terza prova scritta
24 giugno – scadenza termine per la compilazione della domanda di inserimento/aggiornamento di II e III fascia delle graduatorie d’istituto dei docenti
27 giugno – esame di Stato II grado, quarta prova scritta nelle sezioni ad opzione internazionale cinese, spagnola, tedesca
28 giugno – termine ultimo per revocare le domande di mobilità del II grado
28 giugno – esami di Stato del II grado, quarta prova scritta ESABAC
30 giugno – Termine delle attività didattiche
30 giugno – Termine delle lezioni della scuola dell’infanzia
30 giugno – Ultimo giorno utile per l’aggiornamento del RAV
30 giugno – Termine per l’elaborazione della proposta di Piano Annuale per l’Inclusività (PAI) relativo all’a.s. 2017/18 (da adattare, nel mese di settembre 2017, in relazione alle risorse effettivamente assegnate a ciascuna scuola)
30 giugno – Termine della predisposizione della verifica obbligatoria (mod. H-bis) del Programma Annuale 2017
30 giugno – Termine per la richiesta di “assegno per il nucleo familiare” (periodo 1°.7.2017/30.6.2018) in base alla “dichiarazione dei redditi 2016”
30 giugno – Termine per la comunicazione all’Anagrafe delle Prestazioni degli incarichi conferiti o autorizzati a dipendenti della P.A. compresi e non compresi nei compiti e doveri d’ufficio per il semestre luglio/dicembre 2016
30 giugno – delibera collegio per definizione criteri chiamata diretta secondaria II grado
30 giugno – Termine per l’invio al Dipartimento della Funzione Pubblica del monitoraggio dei procedimenti disciplinari nei confronti del personale scolastico eventualmente attivati nel primo semestre del 2017
30 giugno – Termine per la trasmissione telematica del modello DMA relativo a maggio 2017

Altre scadenze:

Esami di qualifica Istruzione e Formazione Professionale
L’Ordinanza citata (Norme per lo svolgimento degli scrutini e degli esami nelle scuole statali e non statali di istruzione elementare, media e secondaria superiore) stabilisce le norme da seguire per lo svolgimento degli Esami di qualifica professionale; in particolare, le disposizioni riguardano:
i requisiti di ammissione per gli alunni interni
la nomina delle commissioni ;
l’articolazione delle prove .
i requisiti di ammissione per i candidati esterni .
Particolari disposizioni discendono dagli specifici raccordi (offerta sussidiaria integrativa o sussidiaria complementare) tra i percorsi quinquennali degli Istituti Professionali ed i percorsi di Istruzione e formazione professionale di competenza delle Regioni.

Valutazione anno di formazione
Il superamento del periodo di formazione e di prova è subordinato allo svolgimento del servizio effettivamente prestato per almeno centottanta giorni, dei quali almeno centoventi per le attività didattiche.
I docenti neo immessi in ruolo sono chiamati a discutere con il Comitato per la valutazione del servizio una relazione sulle esperienze e sulle attività svolte. Sulla base di essa, dell’istruttoria del docente al quale sono affidate dal Dirigente scolastico le funzioni di tutor e degli altri elementi di valutazione forniti dal Dirigente, il Comitato per la valutazione del servizio esprime il parere per la conferma in ruolo.
In caso di valutazione negativa del periodo di formazione e di prova, il personale docente ed educativo è sottoposto ad un secondo periodo di formazione e di prova, non rinnovabile.

Autovalutazione di istituto
Il Collegio dei Docenti, anche ai fini della progettazione del PTOF e delle modifiche da apportare al RAV ed al Piano di miglioramento per il successivo anno scolastico, verifica entro il 30 giugno:
la validità degli obiettivi che la scuola si è posti;
i risultati che ha raggiunto;
il livello di scostamento dagli obiettivi;
le cause di non raggiungimento degli obiettivi.

Modifiche del calendario scolastico regionale
Gli adattamenti del calendario scolastico sono stabiliti dalle istituzioni scolastiche in relazione alle esigenze derivanti dal Piano dell’offerta formativa, nel rispetto delle funzioni in materia di determinazione del calendario scolastico esercitate dalle Regioni a norma dell’articolo 138, comma 1, lettera d) del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112.

Consegna dei registri e dei compiti scritti
Il Dirigente emana la Circolare in cui dispone gli adempimenti di fine anno, con le date e le modalità di consegna dei documenti richiesti.

Monitoraggio dei procedimenti disciplinari
Il riepilogo, sempre e solo in formato elettronico, con cadenza semestrale, ossia entro il 30 di giugno ed il 31 dicembre di ogni anno, dei dati relativi ai procedimenti disciplinari attivati nei confronti del personale della scuola deve essere inviato all’indirizzo di posta elettronica [email protected]

Presentazione della domanda di ferie
La durata e le modalità di fruizione delle ferie sono definite nell’art. 13 del CCNL.

Piano annuale di inclusione
Entro il 30 giugno, ogni singola scuola redige il Piano Annuale per l’Inclusione. Il Gruppo di lavoro esamina gli interventi di inclusione scolastica operati nell’anno appena trascorso e formula una proposta per incrementarne il livello nell’anno successivo. Il Piano, deliberato dal Collegio dei Docenti, viene inviato ai competenti Uffici Scolastici Regionali con la richiesta di organico di sostegno e di risorse, che verranno assegnati –nei limiti delle disponibilità – secondo quanto stabilito dall’ art. 19 comma 11 della Legge n. 111/2011

Verifica del Programma annuale
Entro il 30 giugno, il Consiglio d’Istituto verifica lo stato d’attuazione del Programma Annuale e le disponibilità finanziarie dell’istituto, in tempo per conoscere la situazione che si presenterà con l’inizio del nuovo anno scolastico.

Siamo inoltre in attesa del bando di aggiornamento delle graduatorie ATA (III fascia), nonché del bando di concorso a dirigente scolastico.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare