Le indicazioni nazionali di una scuola autonoma. Lettera

WhatsApp
Telegram

Inviato da Angelo Gerolami – Oggi le “indicazioni nazionali” hanno sostituto i “programmi nazionali”.

Il programma riportava i contenuti ed era alquanto prescrittivo, tipico di una scuola non autonoma che non lasciava spazio alla discrezionalità.

Le “indicazioni nazionali”, invece, vengono paragonate ad un “semi-lavorato” al servizio dell’istituto scolastico, il quale non fa altro che completarlo con quella parte mancante che scaturisce da quello che è il bagno delle diverse realtà.

Le “indicazioni nazionali”, quindi, vengono in parte fissate onde evitare che la scuola non riconosca il diritto del cittadino italiano all’istruzione, considerate le forti spinte autonomistiche.

Ricordiamoci che i ragazzi di oggi vivono in una scuola AUTONOMA in cui la funzione docente realizza l’apprendimento e l’insegnamento, promuovendo lo sviluppo umano, culturale, civile e professionale degli alunni.

Una scuola che si autovaluta e che si migliora. Una scuola inclusiva dove il contenuto delle diversità è alto e gli allievi uscenti dispongono di competenze per la vita.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur