Le graduatorie del concorso ordinario 2020 e STEM diventano ad esaurimento. Ecco cosa prevede il Decreto PA bis

WhatsApp
Telegram

Il Decreto Legge 75, del 22 giugno 2023, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale. Questo documento, conosciuto anche come “decreto PA bis”, introduce regolamenti urgenti riguardanti le pubbliche amministrazioni.

Un punto importante del decreto riguarda le graduatorie di merito dei concorsi ordinari e STEM. L’articolo 20, comma 2, prevede una proroga di tali graduatorie fino al loro esaurimento, con integrazione dei candidati risultati idonei.

Dal prossimo anno scolastico, 2024/2025, queste graduatorie saranno utilizzate in coda alle immissioni in ruolo necessarie per raggiungere gli obiettivi previsti dal PNRR, ovvero le 70mila assunzioni previste con il nuovo sistema di reclutamento e formazione.

Tuttavia, è importante sottolineare che questa proroga non si applica ai concorsi banditi successivamente all’entrata in vigore del decreto. Inoltre, le graduatorie di merito non si trasformano in graduatorie a esaurimento (GAE), le quali, secondo la legge 296/2006, sono chiuse a nuovi inserimenti.

Pertanto le graduatorie di merito rimarranno tali, ma, come già accade per le GM 2018, saranno valide fino al loro esaurimento.

DECRETO PA_BIS [PDF]

Leggi anche

Cambiano prove orali e scritte del concorso scuola. Modifiche anche ai 30/60 CFU. Graduatorie ordinario 2020 diventano a esaurimento. Decreto PA Bis pubblicato in Gazzetta Ufficiale

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA