Le graduatorie dei docenti sono piene di falsi aventi diritto. Lettera

di redazione
ipsef

Gentile redazione di Orizzonte Scuole Vi scrivo per segnalarvi la situazione che si sta venendo a creare nella provincia di Venezia e chiedere considerazioni in merito.

Come ogni anno le scuole, carenti di personale di ruolo, si affidano alle G.I di seconda e terza fascia per coprire i buchi di organico, ai prescelti viene fatto firmare il solito contratto allucinante fad, per poi verso novembre  riconfermare o cambiare supplente.

Ciò avviene a causa di aggiornamenti e nuovi inserimenti legali e secondo la norma. Quest’anno invece gli aventi diritto sono dei falsi aventi diritto ovvero sono coloro che hanno ottenuto tramite ricorso, abilitati inseriti in gae, un provvedimento cautelare del Tar, ora s’innestano alcuni problemi:

1 I falsi aventi diritto, in caso di rigetto del provvedimento si troveranno su un posto che non è loro e che è stato tolto a chi, normalmente inserito in gi, ne aveva pieno diritto legale. A quel punto cosa si farà si richiamerà dalle gi a dicembre ?…ma scherziamo e la cosiddetta continuità didattica?

2 I docenti in gi a cui ingiustamente sottratto il posto potranno e dovranno chiedere un risarcimento per il danno subito? Si dovrebbe impedire a questi uffici scolastici di attribuire questi incarichi se non dopo la sentenza definitiva. Salviamo la scuola, salviamo la didattica e la continuità

Fulvio Maresca

Versione stampabile
anief anief
soloformazione