Le GaE solo a chi ha superato il concorso. Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

inviata da Carmela Fiocca – Vogliatemi male, pure tanto… ma TUTTI FUORI!!!

Non dalle scuole magari, non dico questo, concordo sull’abilitazione del diploma all’insegnamento, io stessa ne faccio parte, ma a quei tempi non bastava, così era! Allora ho dovuto, abbiamo dovuto superare un concorso statale per poter esercitare la professione l’insegnante.

Chi come me, abbiamo lasciato famiglie per inseguire questo lavoro, posti non sufficienti per tutti i vincitori al proprio “paesello” così valigia e vai, parti… il tempo passa inserita in una graduatoria ad “esaurimento” …ed ancora si susseguono altri concorsi e tu li che aspetti il “tuo TURNO”.

E poi la scuola da un governo all’altro, Da un avvocato all’altro. Giudici, sentenze….18 ANNI!!!! appesa ad un filo sempre più sottile, Io non dico che queste persone non hanno DIRITTO, ma chiedo loro (a voi Giudici) fate un vostro percorso, un’ altra graduatoria, vostra! Considerando i servizi, c’è chi ha già esperienza e chi proprio ” ZERO”.

Quindi SCREMARE!

LA GAE NON SI TOCCA! create dei canali in base ALL’ESPERIENZA LAVORATIVA, LAUREA E DIPLOMA “casalinga/commessa /disoccupata che ci prova etc etc. ” LA GAE storica aspetta dal ’99, esercita dal ’99 È QUESTO IL DATO DI FATTO!!!! per tutto il resto in mezzo ci sono “i bambini” Ì NOSTRI FIGLI! L’APPELLO ALL’UNANIMITÀ DELLA GAE INFANZIA E PRIMARIA ” una mano sulla coscienza” e in prima persona AUGURO buoni “diritti” a TUTTI ma con consapevolezza che questa non può dichiararsi “guerra” come tutti vogliono far credere e continuano a formentare… NO! solo REALTÀ DEI FATTI, DIRITTI NEGATI E INGIUSTIZIE ATTUATE, PER NOI PER I NOSTRI FIGLI e il futuro della Nazione stessa!

Diplomati magistrale: amore per la professione ma necessario il concorso/corso di formazione. I vostri commenti

Versione stampabile
anief anief
voglioinsegnare