Argomenti Archivio 2018

Tutti gli argomenti

“Le bionde trecce gli occhi azzurri e poi…” la Musica a scuola è imparare a vivere le emozioni

Luisa Bruno – Sono un’insegnate di Musica e mi ritengo fortunata di poter donare ai ragazzi l’amore per quest’arte così completa e unica , donare la capacità  di suonare uno strumento musicale o di poter sperimentare il suono della propri voce unita a quella dei compagni.

Trasmettere ai miei alunni la passione profonda per la Musica è una gioia infinita. Il suono, impalpabile e invisibile, ha il potere di  prenderci l’anima in un istante regalandoci emozioni profonde, uniche.

Non posso considerare la mia disciplina una semplice materia, è molto di più.  La Musica è Imparare a vivere le emozioni e poterle esprimere, a credere in se stessi,  superare gli ostacoli , sentirsi parte di un gruppo ed esserne parte fondamentale , condividere un progetto comune, cooperare , parlare una lingua comune in tutto il mondo, sentire una bella energia uscire dal proprio corpo, imparare a rispettare le diversità e considerarle un’arricchimento , sviluppare la creatività basilare per il proprio equilibrio psichico..

Devo dire che ancora provo una forte emozione, nonostante  svolga l’attività di docente  da 33 anni, nel vedere le mani dei ragazzi che diventano sicure sullo strumento musicale o sentire le voci del coro che armonicamente danzano tra di loro. Un solo dispiacere: la mia amata Musica appare, come materia di studio, soltanto nella scuola secondaria e solo per due ore la settimana .

Quest’anno ho tenuto, tra le tante attività musicali, un corso di canto corale con un gruppo di una decina ragazzi, molti dei quali provenienti da altri paesi del mondo.  I nostri incontri sono stati sempre piacevoli, abbiamo iniziato le lezioni respirando, vocalizzando per poi studiare dei brani tratti dal repertorio contemporaneo  Clima di piena serenità

L’ aula di Musica della scuola, nelle prime ore del pomeriggio invasa dal un tiepido sole, un sole che sentivamo anche nel cuore. Quell’ora pomeridiana è volata per tutti, senza  mai sentire la mancanza della tecnologia: cellulari , computer, internet.  Bastava cantare. Quasi anacronistico. Abbiamo preparato alcuni concerti , uno dei quali per i bambini ricoverati all’Ospedale pediatrico “Bambin Gesù” di Roma e Saggi scolastici.

Per la fine dell’anno ho proposto ai ragazzi di realizzare un video clip proprio per testimoniare quanto sia stato positivo praticare attività musicali insieme. Ho spiegato ai ragazzi come si sarebbe potuto  realizzare a scuola, con pochissimi mezzi, un video musicale, un iPad, un telo verde, la ricerca delle aule più luminose, il mio computer per il montaggio e tante idee. Ho chiesto ad ognuno di esprimere, davanti all’obiettivo, un pensiero sul valore del “canto” e di esprimerlo nella lingua del proprio paese di origine  e a seguire abbiamo scelto una delle canzoni più famose di  Lucio Battisti  “La canzone del sole” per  rivisitarla in chiave ironica.

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Affidati ad Eurosofia per acquisire le competenze richieste