Le assegnazioni provvisorie precedono l’utilizzazione di docenti di fase C che non trovano posto in nessun ambito territoriale e di docenti che superano o frequentano corsi di sostegno o riconversione

di Paolo Pizzo
ipsef

Assegnazioni e utilizzi 2016: i casi in cui le assegnazioni precedono gli utilizzi

Assegnazioni e utilizzi 2016: i casi in cui le assegnazioni precedono gli utilizzi

L’allegato 3 del CCNI 2016 dispone la sequenza delle operazioni di utilizzo e assegnazione provvisoria per l’a.s. 2016/17.

Molto spesso si pensa che nella sequenza delle operazioni di mobilità annuale le utilizzazioni precedano sempre e comunque le assegnazioni provvisorie.

Ci sono invece dei casi specifici in cui le assegnazioni provvisorie precedono le operazioni di utilizzazione.

È il caso dei docenti di cui alla lettera m) ‐ art. 2 e di cui all’art. 2 comma 4 del CCNI che nelle operazioni di utilizzo vengono preceduti da quelle delle assegnazione provvisoria.

Tali docenti sono, rispettivamente:

  1. docenti che abbiano superato o stiano frequentando corsi di riconversione professionale, o corsi intensivi per il conseguimento del titolo di specializzazione per l’insegnamento su posti di sostegno

  2. personale docente immesso in ruolo ai sensi del comma 96 lettera b dell’art 1 della legge 107/15 [ASSUNTI DA GAE] che non abbia ottenuto un ambito di titolarità al termine delle operazioni di cui alla fase C dell’allegato 1 del CCNI dell’8 aprile 2016 e sia rimasto assegnato alla provincia di immissione in ruolo, viene assegnato d’ufficio, per il solo anno scolastico 2016/17, ad una sede al termine delle operazioni previste dal presente CCNI anche in soprannumero.

Pertanto:

nelle Operazioni su sostegno dei titolari in altra provincia:

  • L’ Assegnazione provvisoria su sostegno da altra provincia del docente in possesso del prescritto titolo di specializzazione. Ivi compresi i docenti trasferiti su ambito.

In caso di concorrenza prevale l’istanza del docente titolare di sostegno (nel rispetto di quanto previsto dall’art. 7 comma 1).

Il personale docente beneficiario delle precedenze di cui all’art. 8 viene trattato con priorità, nell’ordine previsto.

Prevale su:

  • Utilizzazione su sostegno a domanda di docenti di cui alla lettera m) ‐ art. 2 senza titolo di specializzazione.

Nelle Operazioni su posto comune riguardanti i titolari provenienti da altra provincia

  • L’Assegnazione provvisoria su tipo posto comune dei docenti provenienti da altra provincia (nel rispetto di quanto previsto dall’art. 7 comma 1). Ivi compresi i docenti trasferiti su ambito.

Il personale docente beneficiario delle precedenze di cui all’art. 8 viene trattato con priorità, nell’ordine previsto.

Prevale su:

Utilizzazione d’ufficio dei docenti di cui all’art. 2 comma 4.

Versione stampabile
anief
soloformazione